A Pesaro il Festival Nazionale d’Arte Drammatica: ecco quando

47

festival nazionale arte drammatica

Otto gli spettacoli in concorso in scena dal 15 al 24 ottobre; e ancora il Gadfestival Ragazzi, incontri, workshop e molto altro

PESARO – Ottobre a Pesaro è il mese del Festival Nazionale d’Arte Drammatica (GAD) giunto alla 73° edizione. In un anno in cui l’emergenza sanitaria mondiale ha fortemente ridotto o azzerato gli eventi culturali, il GAD conferma la sua presenza nel panorama teatrale pesarese e nazionale, ospitando ben 13 compagnie teatrali provenienti da ogni parte d’Italia e numerosi eventi collaterali.

Dopo la consueta Mostra fotografica annuale, con gli scatti migliori della passata edizione a cura del FOTO Club Pesaro (29 Settembre-3 Ottobre), il Festival parte al teatro Sperimentale con gli spettacoli fuori concorso della sezione “Gadfestival Ragazzi”: domenica 4 Ottobre Cari Pagliacci della compagnia pesarese “Teatro Accademia”, un sogno nelle atmosfere e nei “colori” del Cinema muto di Charlot, lunedì 5 ottobre la compagnia Filodrammatica “La Logeta” di Gardolo (Trento) con Il Malato immaginario, un grande classico di commedia del genio drammaturgico di Molière.

Otto le compagnie finaliste in concorso che andranno in scena nell’arco di poco più di una settimana, secondo una formula di rappresentazione rinnovata dettata dall’esigenza di fronteggiare l’emergenza sanitaria che condensa le date, ma anche per la volontà dei membri delle compagnie di assistere agli spettacoli dei propri “avversari di palco”, in uno spirito di confronto e scambio di idee. Gli spettacoli in concorso partono giovedì 15 ottobre con Il tavolo verde della compagnia “MasKere” di Opera (Milano), pièce tragicomica tutta al femminile, confronto fra due generazioni di madri e figlie, dove la costante è una sola: un tavolo da gioco verde. Venerdì 16 è la volta di Le mirabolanti fortune di Arlecchino e peripezie dei Comici dell’Arte, della compagnia “La Trappola” di Vicenza: storia di due famiglie di commedianti in cerca di fortuna e omaggio alla grande tradizione di Commedia dell’Arte su canovacci originali dell’epoca. Sabato 17 la “Compagnia degli Evasi” di Castelnuovo Magra (La Spezia) porta in scena l’ucronico Senza Hitler: cosa sarebbe successo se il dittatore tedesco fosse stato ammesso in gioventù all’Accademia di Belle Arti? La sua vita sarebbe stata molto diversa, fino all’incontro con una particolarissima giornalista di nome Anna. Domenica 18 un grande classico: Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo, portato in scena dall’Associazione Culturale “Teatro dei Dioscuri” di Salerno, spettacolo che fa proprio il tema del doppio fra realtà e finzione, comicità e drammaticità, miseria e ricchezza, all’interno di una cornice meta-teatrale che vede protagonista una sgangherata compagnia teatrale. Mercoledì 21 Ottobre la compagnia “Linea di Confine” di Roma porta in scena Amami quanto io t’amo, la storia di Marguerite Gautier de “La Signora delle Camelie” narrata attraverso un monologo intenso ed emozionante che diventa il pretesto per analizzare miserie e virtù del genere umano. In scena giovedì 22 La Gabbia – figlia di notai della compagnia “I Cattivi di Cuore” di Imperia, testo di uno dei grandi del teatro contemporaneo italiano, Stefano Massini, che porta sulla scena, attraverso il parlatorio di una prigione, due mondi alieni, due donne distanti, una giovane detenuta ex-brigatista e sua madre: la gabbia del carcere è così la gabbia delle scelte. Venerdì 23 è la volta di uno spettacolo tutto da ridere, che fa della comicità visuale e circense la sua firma stilistica: La Grande Occasione della compagnia Theatre Degart di Giardini Naxos (Messina): il sequel delle comiche avventure del duo Dandy Danno e Diva G, due personaggi già sul palco del Festival nel 2018 con Un’improbabile Storia d’Amore. Chiude la sezione degli spettacoli in concorso Il sogno di Domenico della compagnia “Colpo di Maschera” di Fasano (Brindisi), un “volo” narrativo e musicale alla scoperta della vita e delle canzoni del grande Domenico Modugno, in scena sabato 24 Ottobre.

Altra novità dell’edizione 2020 è la sezione “Vetrina Pesaro” al Teatro Rossini, dedicata alle compagnie della città e del territorio; in scena lunedì 19 ottobre la compagnia teatrale “Le Ombre” di Borgo Santa Maria con Godot.: opera cardine del teatro dell’assurdo e masterpiece di Samuel Beckett, dove l’attesa di un fantomatico individuo diventa un perno per la riflessione sullo scorrere del tempo e il significato stesso della vita dell’uomo. Martedì 20 ottobre la compagnia “Teatro di Pesaro – La Piccola Ribalta” porta in scena 7 minuti consiglio di fabbrica, uno dei testi più conosciuti del drammaturgo Stefano Massini, dove la vicenda ruota intorno ad un gruppo di operaie che deve decidere se rinunciare a sette minuti della propria pausa pranzo dopo l’acquisto della propria fabbrica tessile. Da quest’anno inoltre il Festival ospita la rappresentazione del testo vincitore della I edizione del Premio Drammaturgico “Antonio Conti”: Il Raccolto di Giorgia Brusco sarà portato in scena il 25 Ottobre alla Chiesa dell’Annunziata come prima nazionale dal Centro Teatrale Universitario “Cesare Questa” di Urbino in collaborazione con la compagnia “Beolco Ruzante” di Padova.

Tanti gli eventi collaterali, fra cui un workshop di quattro giorni (8 – 11 Ottobre) sulla scrittura teatrale curato e condotto da Lucia Calamaro, drammaturga e regista di fama internazionale che per l’occasione terrà anche una conferenza-incontro presso la Sala della Repubblica del Teatro Rossini venerdì 9 ottobre. In occasione della Conferenza di Apertura della 73° edizione, che si svolgerà mercoledì 7 ottobre, verrà presentata al pubblico l’opera di Claudio Sora “Aneddoti dietro le quinte”, una raccolta di curiosità ed esperienze di vita del palcoscenico del grande attore pesarese scomparso di recente. Giorgio Castellani curerà inoltre un ciclo di incontri dal titolo “La Commedia dell’Arte. Storie, personaggi e interpreti”, alla scoperta di una delle arti teatrali che ha reso grande l’Italia nel mondo assieme alle sue maschere, per un totale di quattro appuntamenti (6, 13, 15, 22 Ottobre). In preparazione allo spettacolo della “Compagnia degli Evasi”, sabato 17 ottobre Luca Montini e Marco Piferi terranno un incontro dal titolo “A proposito di Senza Hitler”, mentre mercoledì 21 ottobre Maria Chiara Mazzi anticiperà lo spettacolo serale con una conversazione dal titolo “A proposito di Amami quanto io t’amo”. Il Festival ospiterà anche uno degli appuntamenti del ciclo “La Strada per Pesaro” dedicato a Giuseppe Picciola, con una conversazione di Nando Cecini, venerdì 23 ottobre.

BIGLIETTI

ORD. SOCI e GIOVANI (nati 1990 e successivi) STUDENTI di ISTIT. SCOLASTICI SOCI (*)
Abbonamenti per i 10 spettacoli al T. Rossini e i 2 pomeridiani al T. Sperimentale € 125 95 75
Nuovi abbonamenti per i soli 10 spettacoli al T.Rossini € 120 90 70
Abbonamenti SMART (5 spettacoli a scelta tra i 10 al Teatro Rossini) € 70 50 40
Singolo biglietto al Teatro Rossini per i 9 spettacoli in serale o il pomeridiano (18.10) € 15 11 8
Singolo biglietto al T. Sperimentale e Annunziata € 10 8 7
(*) Dichiarando Istituto d’appartenenza e nome del Docente

ABBONAMENTI

• Gli abbonati alla precedente edizione potranno esercitare l’opzione di rinnovo (valido per tutti e 12 gli spettacoli) al Botteghino del Teatro Rossini nei giorni: mercoledì 30 settembre; giovedì 1, venerdì 2 e sabato 3 ottobre con orario 17-19.30, nonché al Botteghino del Teatro Sperimentale nei giorni domenica 4 e lunedì 5 ottobre con orario 10-13.
• I nuovi abbonamenti (validi per i 10 spettacoli al Teatro Rossini) potranno essere sottoscritti al Botteghino del Teatro Rossini nei giorni mercoledì 7, giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 con orario 17-19.30.

SINGOLI BIGLIETTI

• I biglietti per i 2 spettacoli al Teatro Sperimentale possono essere acquistati nei giorni mercoledì 30 settembre, giovedì 1, venerdì 2 e sabato 3 ottobre presso il Botteghino del Teatro Rossini (ore 17-19.30) e domenica 4 e lunedì 5 al Botteghino del Teatro Sperimentale (ore 10-13 e dalle 16.30).
• I biglietti per i singoli spettacoli al Teatro Rossini e alla Chiesa dell’Annunziata potranno essere acquistati al Botteghino del Teatro Rossini mercoledì 14.10 dalle 17 alle 19.30 e a partire dal 15 ottobre tutti i giorni con orario 10-13 e 17-fino all’inizio dello spettacolo.