Ascoli, una serata per Bukowski con il gruppo di lettura Rinascita

19

ASCOLI PICENO – Venerdì 9 ottobre 2020 serata tutta dedicata al genio terribile di Hank, Charles Bukowski, poeta e narratore ormai entrato nel mito della letteratura americana. Il gruppo di Lettura Rinascita continua gli approfondimenti e gli omaggi ai grandi scrittori. Questa volta tocca a Charles Bukowski, poeta, narratore, maledetto, sporcaccione, genio e sregolatezza. Alle ore 18.00, saranno due ospiti speciali  a far conoscere meglio Bukowski lo scrittore Alessio Romano e l’artista Roger Angeles che al mitico autore americano hanno dedicato una bellissima graphic novel appena edita per Lisciani. Una biografia emotiva e profonda del tormentato genio.

A seguire dalle ore 18.45 il gruppo di lettura Rinascita, insieme ad Alessio, Roger e con la guida di Luca Pantanetti di Scriptorama aprirà un dibattito sul libro del mese, Storie di Ordinaria Follia, opera manifesto di Bukowski. Vi aspettiamo!!! Per prenotazioni chiamare allo 0736259653 o con mail a eleonora@rinascita.it. Numero posti in sala 25.

GRAPHIC NOVEL:

BUKOWSKI – DON’T TRY – LA VITA SEGRETA
Un viaggio tra testi e immagini per raccontare la vita, gli amori e le sbornie dello scrittore sporcaccione più famoso d’America nonché uno dei più grandi poeti del novecento: Charles “Hank” Bukowski. Cinico, bastardo e misogino, ma anche romantico, disilluso e arreso alla propria solitudine.
Un dualismo che lo incatena alla sedia, di fronte alla macchina da scrivere, con le bottiglie di vino mezze vuote, la pancia sempre più gonfia, mentre “eterna risorge sempre la speranza, come fungo velenoso”. Tra aneddoti esilaranti e atroce disperazione.

Gli autori:

ALESSIO ROMANO
È nato a Pescara nel 1978. Laureato in Lettere con una tesi su John Fante e diplomato in Tecniche della Narrazione alla Scuola Holden di Torino. Ha scritto i romanzi “Paradise for All” (Fazi, 2005 e poi Bompiani, 2016), “Solo sigari quando è festa” (Bompiani, 2015), “D’amore e baccalà” (EDT, 2018). Ha curato l’antologia di racconti “Gli stonati” (NEO, 2017) e il libro fotografico “Una stanza tutta per loro” (Avagliano, 2018). Per Lisciani Libri è autore dei libri “Gli Irregolari di Salita Sospiro” (2019) e “Ulisse e Polifemo” (2020).
Insegna scrittura creativa, organizza eventi culturali e reading musicali.

ROGER ANGELS
In arte OLD Rgr, è nato a Santo Domingo nel 1986 e ha frequentato il liceo artistico statale “G. Misticoni” di Pescara. Illustratore Freelance vanta numerose collaborazioni, con aziende e privati, come ad esempio L’ Edicolors di Genova, Edizioni Paoline ed il MIUR. Dal 2017 al 2018 ha lavorato con il Clan CELENTANO sul prologo della serie animata “Adrian”, ideata e scritta da Adriano Celentano.

Il libro del mese del gruppo di lettura:

STORIE DI ORDINARIA FOLLIA
La biografia di Bukowski include due tentativi di lavorare come impiegato, dimissioni dal “posto fisso” a cinquant’anni suonati, “per non uscire di senno del tutto” e vari divorzi. Questi scarsi elementi ricorrono con insistenza nella narrativa di Bukowski, più un romanzo a disordinate puntate che non racconti a sé, dove si alternano e si mischiano a personaggi ed eventi di fantasia. “Rispetto alla tradizione letteraria americana si sente che Bukowski realizza uno scarto, ed è uno scarto significativo”, ha scritto Beniamino Placido su “La Repubblica”, aggiungendo: “in questa scrittura molto “letteraria”, ripetitiva, sostanzialmente prevedibile, Bukowski fa irruzione con una cosa nuova. La cosa nuova è lui stesso, Charles Bukowski. Lui che ha cinquant’anni, le tasche vuote, lo stomaco devastato, il sesso perennemente in furore; lui che soffre di emorragie e di insonnia; lui che ama il vecchio Hemingway; lui che passa le giornate cercando di racimolare qualche vincita alle corse dei cavalli; lui che ci sta per salutare adesso perché ha visto una gonna sollevarsi sulle gambe di una donna, lì su quella panchina del parco. Lui, Charles Bukowski, “forse un genio, forse un barbone”. “Charles Bukowski, detto gambe d’elefante, il fallito”, perché questi racconti sono sempre, rigorosamente in prima persona. E in presa diretta”. Un pazzo innamorato beffardo, tenero, cinico, i cui racconti scaturiscono da esperienze dure, pagate tutte di persona, senza comodi alibi sociali e senza falsi pudori.