Ascoli, “Il Proteismo – L’arte tra l’insondabile e l’elusivo”

20

Presso il Forte Malatesta la mostra, a cura del pittore italo-americano Lorenzo Luciani, è visitabile fino al 25 luglio 2021

ASCOLI PICENO – È stata inaugurata il primo luglio presso il Forte Malatesta la mostra “Il Proteismo – L’arte tra l’insondabile e l’elusivo”, a cura del pittore italo-americano Lorenzo Luciani.
L’artista, nato a Castel di Lama, ha presentato la sua terza mostra italiana, esibendo una collezione di oltre quaranta opere. “Siamo lieti di accogliere le opere di Lorenzo Luciani presso la Fortezza Pia” le parole del Sindaco Marco Fioravanti. “Siamo convinti che questa mostra, oltre a stimolare una forma di turismo di tipo artistico-culturale, potrà ulteriormente valorizzare le tante iniziative che stiamo portando avanti nell’ottica della candidatura della nostra città a Capitale Italiana della Cultura 2024”.

Al taglio del nastro ha partecipato l’assessore alla cultura Donatella Ferretti: “E’ un piacere ospitare Lorenzo Luciani, conterraneo che vive da tanto tempo negli Stati Uniti e che è da sempre animato da uno spirito di arte e cultura. I visitatori potranno assistere a una mostra davvero interessante, con opere che vogliono svelare la verità del nostro mondo e dell’essere umano attraverso una chiave di lettura semplice ma affascinante”.

“Ho chiamato il mio stile pittorico “Proteismo”, dal nome del dio marino che cambia continuamente sembianza per non essere catturato. Il Proteismo si fa consapevole di un mondo le cui mutevoli manifestazioni richiedono quell’attimo di lucidità per dargli la giusta misura. Sotto questo aspetto, l’arte è riduttiva e non può esistere senza cornice” le parole dell’artista Lorenzo Luciani.

La mostra sarà visitabile presso il Forte Malatesta fino al 25 luglio 2021, dal martedì al venerdì (ore 10-13 e 15-19) e il sabato e la domenica (festivi e prefestivi) dalle ore 11 alle ore 19.