Ancona, lavori nelle scuole della Provincia: tutto pronto per il 14 settembre

10


Il Presidente della Provincia di Ancona Luigi Cerioni: “Lavori realizzati in meno di un mese grazie ad un importante lavoro di squadra”

ANCONA – Lunedì 14 settembre, al suono della prima campanella, le Scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Ancona, oggetto di interventi causa Covid-19, saranno pronte ad accogliere studenti e personale scolastico.
Nelle sedi scolastiche in cui, alla luce dell’emergenza sanitaria, erano state rilevate criticità per l’utilizzo di spazi interni per il nuovo anno scolastico i lavori sono in fase di ultimazione. La Provincia di Ancona sta predisponendo anche i lavori di pulizia per agevolare l’organizzazione scolastica in vista dell’inizio della scuola.
“I progetti ed i relativi affidamenti dei lavori sono stati approvati il 14 agosto e in meno di un mese è stato dimostrato un importante lavoro di squadra tra i tecnici degli Uffici della Provincia di Ancona e le ditte che hanno lavorato in modo spedito e collaborativo – sottolinea il Presidente della Provincia di Ancona Luigi Cerioni – I lavori sono il risultato delle valutazioni in merito l’individuazione di tutte le situazioni di criticità e quindi di tutte le esigenze legate ai vari provvedimenti emanati a seguito dell’emergenza sanitaria Covid 19”.
Per gli interventi di natura edile ed elettrica sono stati stanziati 900mila euro, con contributo del Ministero dell’Istruzione per la realizzazione di interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
In tutto il territorio della provincia anconetana sono 25 gli Istituti secondari di secondo grado di competenza dell’Ente. Le scuole si sviluppano in 43 sedi dislocate tra Ancona, Chiaravalle, Jesi, Fabriano, Sassoferrato, Falconara, Monte Roberto, Osimo, Castelfidardo Loreto, Senigallia e Arcevia. Di queste 43, 16 sedi hanno richiesto interventi.

Questo il dettaglio dei lavori nelle scuole in riferimento all’emergenza sanitaria per l’inizio dell’a.s. 2020-2021:

Ancona:
Liceo Scientifico “Galilei” di via S. Allende, Ancona: quattro aule sono state tramutate in 2 aule più grandi, al piano primo e secondo del plesso C.
Liceo di Stato “Carlo Rinaldini” di via Canale, Ancona: un’aula è stata allestita in luogo di un’aula di musica e relativi magazzini, ma l’aula di musica verrà allestita in uno spazio apposito nell’ambito dei lavori di recupero ex casa custode oggetto di appalto pre-covid e oggi in corso.
I.I.S. “Savoia-Benincasa”, Via Marini 33 -35, Ancona: ricavate 6 aule all’Istituto Benincasa e 6 aule al Liceo Scientifico Savoia. Al Benincasa sono stati smantellati biblioteca e laboratorio di chimica, mentre al Savoia il laboratorio di scienze.
Liceo Artistico “Mannucci”, Via Buonarroti 12, Ancona: al primo piano i locali di biblioteca, camera oscura e deposito diventano un ambiente unico in grado di ospitare, in caso di necessità, due classi. La ristrutturazione del museo consente di liberare un’aula al piano terra attualmente sede delle opere d’arte che andranno dislocate nel museo.
I.I.S. “Podesti-Calzecchi Onesti”, Strada di Passo Varano 17, Ancona: il laboratorio odontotecnico si sposta da un locale di 50mq ad un locale di 100 mq per ottenere 20 postazioni giustamente distanziate. Il locale che ospitava il laboratorio diventa aula didattica. Dove c’era il laboratorio di disegno ora c’è un’aula didattica. Nuova aula didattica anche al primo piano torre tramite rimozione di muro divisorio. Adeguamento impianti per aula a servizio laboratorio fotografico.

Castelfidardo:
ITIS “Meucci” di via Montessori, Castelfidardo: al primo e secondo piano realizzate, da 6 aule non idonee, 4 aule più grandi.

Senigallia:
Liceo Scientifico “Medi”, Piazza Toti 4, Senigallia: realizzate 2 classi più capienti. Una dove fino allo scorso anno scolastico c’era il laboratorio di scienze, al primo piano. L’altra aula è ricavata dall’unione del locale ripostiglio con un’aula già esistente.
Liceo Classico “Perticari” – Sez. Scienze Umane, Via D’ Aquino 4, Senigallia: 3 classi del Liceo Classico nella sede di via Rossini sono trasferite al Liceo delle Scienze Umane in via D’Aquino. Ristrutturati i servizi igienici delle femmine al piano primo per impedire che si verifichino interferenze con le alunne dei piani superiori. Separazione, attraverso una porta sul corridoio, tra la stanza della collaboratrice del Dirigente scolastico da quella del collaboratore amministrativo. Sulla stanza del collaboratore amministrativo è stato montato un passacarte affinché si limiti l’ingresso del personale interno e soprattutto di quello esterno.
I.I.S. “Panzini”, Via Capanna 62/a, Senigallia: 6 aule verranno dislocate al piano terra (palazzina uffici) e al piano primo recuperando spazi dalla riconversione di laboratori di lingue ed informatica. Realizzazione di divisori per suddividere un’aula in due spazi più piccoli che possano soddisfare le esigenze organizzative elaborate dal Dirigente. Realizzazione, al piano terra, di un servizio igienico destinato ai portatori di handicap.

Jesi:
Liceo Scientifico “L. Da Vinci”, Viale Verdi 23, Jesi: all’ultimo piano del plesso storico, realizzate 3 aule di 76 mq al posto di 6 aule di 38 mq.
I.I.S. “Cuppari-Salvati” Via Ugo La Malfa 36, Jesi: al piano terra l’attuale Aula Magna è trasformata in due aule. Rimozione di un divisorio nell’ex aula di musica per ottenere un’aula per sdoppiamento. L’aula insegnanti è trasferita nell’attuale biblioteca al fine di consentire l’utilizzo del locale, precedentemente usato dai docenti, come aula didattica.
Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Jesi: un laboratorio di informatica e il museo sono tramutati in aule didattiche
I.I.S. Galilei di Jesi: 5 classi sono trasferite al CIOF, mentre alla Fondazione Colocci viene abbattuto un muro di cartongesso per ampliare un’aula.
Chiaravalle:
I.I.S. “Podesti”, Via Podesti snc, Chiaravalle:
Ampliamento del laboratorio di grafica tramite demolizione di muro con aula adiacente al fine di aumentare il numero di postazioni e garantire il distanziamento.
Falconara:
Liceo Scientifico “L. Cambi”, via Nievo, Falconara M.ma:
Nel piano seminterrato demolizione di divisorio per creare aula di circa 66 mq. Nel piano terra demolizione di divisorio per creazione di un’aula di circa 82 mq. Il locale precedentemente adibito a segreteria, è tramutato in aula didattica; la segreteria è spostata in un altro locale. Il locale presidenza diventa aula didattica. Lavori impiantistici per biblioteca che è diventata aula didattica.