Treia, “Certi periodi non servono a niente”: il 5 marzo al Teatro Comunale

34

La vita di coppia durante il lockdown diventa uno spettacolo con interessanti spunti di riflessione

TREIA – La vita di una relazione che non va come dovrebbe andare, durante il lockdown, così come il lavoro e la carriera di un giovane coppia, diventa uno spettacolo teatrale con interessanti spunti di riflessione. Arriva a Treia al Teatro Comunale sabato 5 marzo alle 21.15 “Certi periodi non servono a niente”, scritto e diretto da Leonardo Accattoli (lo spettacolo originariamente era in programma sabato 12 febbraio). Ironia e leggerezza sono i tratti distintivi con cui è affrontata la difficile situazione di una giovane coppia alle prese con la pandemia e con la precarietà del lavoro e della loro esistenza. Stefano, il protagonista, è uno scrittore che, per il momento, si limita a fare dirette social in cui racconta aneddoti e si sfoga con le sue lettrici appassionate di Lost Generation. Rebecca vorrebbe fare la musicista, ma è costretta a fare due lavori part-time per pagare le bollette e l’affitto. Il lockdown li ha costretti dentro casa, con le rispettive carriere arenate, i nervi scoperti e un amore da ritrovare in qualche modo. In scena gli attori Rebecca Liberati, Stefano Tosoni, Valentina Bonafoni, scenografia di Giacomo Pompei.