Staminali per fermare la fibrosi polmonare, lavoro di Univpm e Aor Ancona

ANCONA – Efficacia delle cellule staminali ottenute dal cordone ombelicale, per ‘ripulire’ i polmoni da fibrosi. E’ l’oggetto di un lavoro pre-clinico, finora condotto sugli animali, i cui risultati però aprono la strada a uno studio per valutare l’efficacia dell’approccio terapeutico innovativo in pazienti affetti da forme di fibrosi polmonare (progressivo ispessimento dei polmoni con perdita della funzione respiratoria) che non rispondono a farmaci convenzionali.

La ricerca pubblicata sulla rivista internazionale ‘Plos One’ è frutto del lavoro di un anno: ideatori e coordinatori sono Gianluca Moroncini e Armando Gabrielli del Dipartimento Scienze cliniche e molecolari dell’Università Politecnica delle Marche e la Clinica medica azienda Ospedali Riuniti di Ancona.

Negli animali con fibrosi polmonare in cui sono stati infuse cellule mesenchimali cordonali umane per via endovenosa, il trattamento ha fermato la fibrosi con inibizione di una specifica sottopopolazione cellulare polmonare responsabile.