Riccardo Fogli in concerto allo Shada Club di Civitanova Marche

CIVITANOVA MARCHE – Il 9 agosto Riccardo Fogli sarà in concerto allo Shada Club di Civitanova Marche. Inizio alle ore 21,30. Concluso il tour con Roby Facchinetti e archiviata l’esperienza al reality “L’isola dei famosi”, l’ex Pooh riprende il proprio percorso da solista e torna a esibirsi dal vivo nelle piazze d’Italia.

Classe 1947, Fogli entra a far parte dei Pooh, freschi già di due 45 giri, nel luglio del 1966. I componenti della band sono quasi degli sconosciuti, la strada è tutta in salita e i due anni precedenti al successo si rivelano assai faticosi.

Il 1968 è l’anno dell’indimenticabile “Piccola Katy” e del riconoscimento ufficiale. Seguono gli anni straordinari di “Opera Prima” e di “Alessandra”, album storici che contengono canzoni come “Tanta voglia di lei”, “Pensiero”, “Noi due nel mondo e nell’anima” e “Nascerò con te”. Nel 1973 Riccardo Fogli diventa solista iniziando la sua carriera personale.

Conquista Sanremo nel 1982 con “Storie di tutti i giorni”, che diverrà un po’ il suo simbolo. Tornerà al Festival anche negli anni successivi, l’ultima volta nel 1996 con “Romanzo”. Ha vinto, nel 2004, la prima edizione di “Music Farm”.

Nella discografia di Riccardo Fogli segnaliamo “Il sole l’aria la luce il cielo” (1977), “Il primo” (1982) e “Ci saranno giorni migliori” (2005). Gran parte dei brani di quest’ultimo disco sono stati scritti dal cantautore Gatto Panceri, mentre Riccardo Fogli ha firmato il testo di “Profumo di lei”.

Nel disco figurano due vecchie conoscenze di Riccardo dai tempi dei Pooh: il chitarrista Dodi Battaglia, che è autore delle musiche e suona in “Amori belli, amori brutti”, e Fio Zanotti, arrangiatore di Roby Facchinetti e soci, che qui ha prestato il proprio lavoro su “Per te io canto”.

Nel 2016 rientra nei Pooh per prendere parte al loro tour d’addio in occasione dei 50 anni di vita del gruppo. Nel 2017 pubblica un nuovo album, “Insieme”, in coppia con Roby Facchinetti; i due partecipano anche a Sanremo 2018 con “Il segreto del tempo” e si esibiscono per un anno nelle principali arene d’Italia.