Macerata, Teatro Musicale: il 28 settembre open day al Teatro Don Bosco

27

Il progetto ,che offre una nuova opportunità per i giovani, prevede un corso di teatro musicale interdisciplinare con recitazione, canto e danza e due corsi paralleli

MACERATA –  Un open day per presentare il nuovo progetto di teatro musicale, rivolto soprattutto ai giovani over 14 ma aperto anche agli adulti, un percorso per realizzare un musical imparando a recitare, a cantare, a muoversi sul palcoscenico, ma anche a costruire scenografie e scoprire i mestieri tecnici dello spettacolo. L’appuntamento è per sabato 28 settembre dalle 15 alle 19 al Teatro Don Bosco di Macerata.
È un progetto che nasce dalla collaborazione tra l’Istituto Salesiano di Macerata e l’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata nell’ambito della convenzione “I giovani al centro”, firmata nel 2017, che vede la sinergia tra il Comune di Macerata e lo storico Istituto Salesiano per sostenere la crescita dei giovani. L’iniziativa è organizzata dalla Casa Salesiana che da cinque anni ha iniziato una collaborazione con il Centro Teatrale Sangallo di Tolentino per sviluppare un progetto teatrale rivolto ai giovani dai 14 ai 20 anni.

“Il Teatro Don Bosco è uno spazio ideale per i giovani perché il teatro per i ragazzi e le ragazze è opportunità di crescita, scoperta dei talenti, esperienza di compagnia che rompe l’isolamento, – afferma l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde -. È un bellissimo progetto per tanti motivi: nasce dalla collaborazione, dà fiducia ai giovani, fa azione di prevenzione e, non da ultimo, può essere il seme di una nuova impresa creativa legata alla grande tradizione musicale della città.”

Il direttore della Casa Salesiana di Macerata, don Flaviano D’Ercoli, sottolinea: “Con la convenzione ‘I giovani al centro’ il Comune di Macerata e la Casa Salesiana si sono impegnati a mettere al centro la cura e l’attenzione per i giovani. Oggi lo facciamo con il teatro. Il teatro in una Casa Salesiana è fondamentale perché, così come sosteneva don Bosco, aiuta i giovani a sviluppare i propri talenti e ad acquisire maggior consapevolezza e sicurezza sul palco come nella vita. Si tratta di una tradizione culturale che non va persa, avviata tanti anni fa. Basti pensare alla frequentazione della Casa di Silvio Spaccesi e la rappresentazioni della rassegna Angelo Perugini. Infine, la collaborazione stretta con il Centro Teatrale Sangallo è un’esperienza arricchente. I nostri giovani si recano spesso a Tolentino per assistere agli spettacoli messi in scena dal Centro e viceversa.”

Il progetto prevede un corso di teatro musicale interdisciplinare con recitazione, canto e danza e due corsi paralleli: il primo dedicato alle attività creative inerenti al teatro, il secondo incentrato sul canto. A presentarlo sono due giovani animatrici culturali, Valentina Chiodera e Silvia Mancini.

“Io stessa ho potuto sperimentare, dopo due anni di teatro musicale, quanto sia bello e formativo fare teatro insieme – sottolinea Valentina Chiodera -. Il teatro aiuta a essere pazienti e a non pretendere il tutto subito, aiuta a capire che dietro un buon risultato c’è sempre un lungo ed impegnativo lavoro, per far sì che tutto sia curato nei minimi dettagli. Questa avventura inoltre non si vive da soli ma in gruppo, in cui ognuno è importante e indispensabile, i cui componenti, soprattutto nei giorni che precedono la rappresentazione, sono uniti più che mai, perché ciascuno sul palco ha bisogno dell’altro.”

“La novità di quest’anno è che, insieme al Comune, invitiamo tutti i ragazzi e le ragazze della città – afferma Silvia Mancini -. Invitiamo tutti a mettersi in gioco e a buttarsi in questa esperienza perché ne vale veramente la pena. È sicuramente un’opportunità per chi ama cantare e danzare, ma non servono tante competenze. Il corso è anche un’occasione per far venir fuori lati di noi stessi che magari ognuno non pensa di avere. Non servono doti particolari, solo il desiderio di provare.”

Il percorso è guidato dall’esperienza professionale del Centro Teatrale Sangallo, realtà nata a Tolentino 40 anni fa dall’iniziativa e con la direzione artistica di Saverio Marconi, allo scopo di avvicinare e conoscere il teatro attraverso l’esperienza diretta delle arti dello spettacolo. Presto questa esperienza è diventata un riferimento per tutto il territorio della provincia di Macerata, con collaborazioni con le scuole di ogni ordine e grado e le associazioni: “Cinque anni fa – afferma Ada Borgiani, figura storica del Centro Teatrale Sangallo – nasce la collaborazione con i Salesiani di Macerata, uniti dalla comune passione per il teatro musicale. L’interdisciplinarità data dall’unione del canto, la danza e la recitazione, rappresenta per chi si affaccia al teatro musicale, un’esperienza impegnativa e al tempo stesso gioiosa che si unisce nello spirito anche alle nobili tradizioni musicali legate alla città di Macerata.”

Per maggiori informazioni sul progetto: Valentina Chiodera 334 8809934, Silvia Mancini 320 6857307.