Corinaldo, Festa della Repubblica 2019: la cerimonia celebrativa

CORINALDO – Con il referendum del 2 giugno 1946, a suffragio universale, i cittadini vennero chiamati a decidere sulla forma di governo da dare al Paese: gli italiani scelsero la Repubblica.
La successiva Carta Costituzionale, entrata in vigore il 1° gennaio 1948, rappresenta a tutt’oggi il fondamentale ed insostituibile strumento di unità del Paese: in essa gli italiani si ritrovano per celebrare ancora un volta gli imprescindibili valori della libertà, della giustizia, della democrazia; valori conquistati con generoso slancio e tanto sacrificio, anche della vita, da parte di moltissimi italiani, civili e militari.
Rendiamo pertanto onore ai caduti di ogni guerra, al quotidiano impegno delle Forze Armate, a tutti coloro che operano ad ogni livello, nelle istituzioni e nel sociale, in favore della pace, del rispetto fra gli uomini, dell’accoglienza, della solidarietà, della concordia.

Sabato 2 giugno alle ore 10.00 raduno davanti al Palazzo Municipale e successiva deposizione di una corona al Monumento ai Caduti e al Sacrario Cittadino. Seguirà, in via Largo X agosto, un intervento del sindaco Matteo Principi.

Verrà poi consegnata una copia della Costituzione ai giovani che hanno raggiunto o raggiungeranno la maggiore età nel corrente anno 2019.

L’esibizione degli sbandieratori del Gruppo Storico “Combusta Revixi” e della Compagnia Alfieri & Musici “L’Araba Fenice” concluderanno la mattinata.

Per l’occasione suonerà il Corpo Bandistico “Città di Corinaldo”.

La cittadinanza è invitata a intervenire e a esporre il tricolore.