Ancona, il 9 ottobre va in scena “Gesticolors” di e con Piero Massimo Macchini

35

Lo spettacolo, uno spassoso mix di mimo, narrazione e comicità sull’eterno vizio tutto italiano di gesticolare, apre la Stagione del Teatro Panettone

ANCONA – A pochi giorni dalla riapertura del Teatro Panettone dopo lo stop inferto dalla pandemia e da mesi di lavoro di ristrutturazione e adeguamento alle norme antincendio, riparte la stagione teatrale a cura del Gruppo Teatrale Recremisi che ha anche curato l’ammodernamento degli arredi e altre soluzioni per rendere il teatro ancora più fruibile e accogliente.
Ben 3 le rassegne organizzate in collaborazione con l’AMAT: Made in Marche (VII edizione),Tout le Cirque, rassegna di circo teatro (V edizione)e Il ‘900 a Teatro,novità assoluta, per un totale di 21 spettacoli da ottobre ad aprile 2022.

La prima rassegna, Made in Marche, che annovera 8 serate, tutte di sabato / venerdì vede il via sabato prossimo, 9 ottobre alle ore 21,00 con “Gesticolors” di Piero Massimo Macchini, l’attore e comico marchigiano già ospite in passato del Teatro di Passo Varano e che nella serata inaugurale di venerdì 1° ottobre ha dato un saggio della sua verve irresistibile.

“Piero Massimo – spiega Massimo Duranti, presidente di Recremisi- con Gesticolors ha finalmente trovato lo spettacolo che desiderava da tempo portare in scena. Riassume tutti i suoi talenti, e come un’antologia illustra la versatilità della sua tecnica e la duttilità del suo stile: comicità verbale e non verbale, riferimenti alti superlativamente intessuti a riferimenti bassi, e uno sguardo cosmopolitico che solo uno come lui, che ha vissuto anni all’estero parlando solo dialetto fermano, poteva sintetizzare in un solo spettacolo”.
Un cocktail inebriante, dunque, con una miscela esplosiva in cui la battuta verbale si coniuga con la gag mimica, il sonoro comico si mischia con il gesto tecnico.
Piero Massimo Macchini – dicono di lui- cerca di esplorare la sua essenza di italiano campanilista e gretto, e allo stesso tempo cittadino del villaggio globale, facendo a sé stesso una domanda che tutto il mondo continua invano a porsi: “Perché gli Italiani gesticolano così tanto? Da dove nasce questo loro modo di muoversi e di farsi notare?
Un mix di mimo, narrazione e comicità da cui il pubblico uscirà sicuramente rigenerato.

Posto unico: 10 euro. Ridotto: 7 euro.
I biglietti sono acquistabili presso la Casa della Musica in corso Stamira, sul circuito Vivaticket oppure prenotabili telefonicamente tramite l’AMAT (071.2072439) dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16