A Petritoli “Cove’n Folk – festival del saltarello dell’Italia centrale”

Il 13 luglio nel centro storico un travolgente spettacolo di musica tradizionale eseguita da diversi interpreti, adatto a tutte le età, che avrà come tema principale il Saltarello, declinato nelle vesti di musiche, balli e canti

PETRITOLI (FM) – Sabato 13 luglio 2019, a partire dalle ore 21.00,a Petritoli,nell’ambito degli eventi del programma della “Festa de le cove”, che si tiene ogni anno, si svolgerà “Cove’n Folk – festival del saltarello dell’Italia centrale”,durante il quale si alterneranno numerosi artisti che presenteranno al pubblico il saltarello tipico della loro terra.

Sul palco,allestito presso il centro storico, in Piazza Mazzini, si proporranno dunque suoni, balli e canti tipici della civiltà contadina di un tempo, da sempre fulcro della suddetta festa.
Il gruppo folk “Li Ceca Face” in stretta collaborazione con la Pro Loco di Petritoli (che si ringrazia per aver concesso questa opportunità) porterà nel centro storico un travolgente spettacolo di musica tradizionale, adatto a tutte le età, dai più piccoli (grazie al gruppo folk “La Rocca” che presenterà un’anteprima dei balli dei bambini) ai più grandi, fino agli anziani, veri custodi delle nostre antiche tradizioni contadine, ancora oggi protagonisti di questa festa, grazie ai loro ricordi indelebili.

Il programma della serata ha come tema principale il SALTARELLO. Si alterneranno tre diverse tipologie di esibizione, così da articolare la serata in modo coinvolgente e non ripetitivo.

A) SUONI | BALLI | CANTI Questa prima tipologia di esibizioni rappresenta il nucleo principale del festival. Infatti, ben quattro gruppi folk provenienti da 4 zone differenti, proporranno ciascuno il loro saltarello tradizionale e altri canti/balli.

I gruppi sono:  “A RANDERCHITTE” – gruppo folk di Castel Di Lama (AP)

 “LI SANDANDONIJRE” – gruppo folk di Penna S.Andrea (TE)

 “QUELLI DELL’ARA” – gruppo folk di Filottrano (AN)

 “LI CECA FACE” – gruppo folk di Petritoli (FM)

B) CANTASTORIE Ai suoni-balli-canti di cui al punto precedente, si aggiungeranno anche degli intermezzi da parte di una figura oramai in via di estinzione: il cantastorie. Con la presenza di ADRIANO MARCHI – cantastorie di Caldarola (MC), verranno presentate al pubblico delle storie in rima che tratteranno diversi temi, tutti legati alla tradizione.

C) IL BALLO DEI BAMBINI Con il festival si vuole promuovere con orgoglio le radici profonde della nostra tradizione, soprattutto quella del SALTARELLO. Solo i più anziani sono ancora testimoni reali di vita vissuta in un tempo le cui usanze sono oramai completamente scomparse. Attraverso l’ascolto dell’esempio dei grandi interpreti locali oramai defunti, si sta tramandando alle giovani generazioni tutto ciò che oggi è solo un ricorso. Il gruppo folk “LA ROCCA” di Petritoli (FM), composto esclusivamente da bambini, presenterà un’anteprima dello spettacolo che verrà proposto per intero il giorno successivo, domenica 14 luglio.
La serata sarà presenta da MAURO GIANNINI, componente del gruppo folk “Gli Storti” di Amandola, brillante presentatore in grado di tracciare attraverso il suo ineguagliabile humor, un filo conduttore che attraverso l’allegria traghetterà il pubblico in un travolgente spettacolo di musica tradizionale