Volley: Sieco Service Impavida Ortona-Goldenplast Potenza Picena 3-2

Sieco Service-Potenza PicenaORTONA (CH) – La Sieco Service Impavida vince con grinta, passione e determinazione. Prima la rimonta (0-2), e poi la vittoria ai danni di Potenza Picena.

Una partita che sa di “classica” ormai al Palazzetto dello Sport. In campo la Sieco Service Impavida Ortona e la GoldenPlast Potenza Picena per questa settima giornata di Andata. Le due formazioni si sono affrontate in un match a dir poco emozionante. Ortona porta a casa la vittoria con grinta, passione e determinazione.

Padroni di casa in campo con Pedron al palleggio e opposto Casaro, schiacciatori Di Meo/Ferrini, al centro Simoni/Miscione e libero Toscani. Gli ospiti rispondono con Visentin in regia e opposto Argenta, Lazzaretto e Bellini schiacciatori, Biglino/Codarin i centrali, libero Casulli. Ortonesi orfani di Janis Peda, causa il brutto infortunio riportato durante l’allenamento alla gamba sinistra, e dell’opposto Buchegger colpito da gastroenterite in nottata.

IL MATCH

Sieco tosta e cattiva porta a segno il primo parziale che costringe la panchina marchigiana a fermare il gioco (4-1). La squadra allenata da coach Di Pinto non si fa attendere e con l’ace di Bellini è parità al Palazzetto dello Sport (5-5). É un bellissimo “botta e risposta” sul filo dell’equilibrio.Bene Casaro con Ortona a portarsi sul 10-8. Bellini cerca di rianimare i suoi trascinandoli sino al -1 (14-13).Arrivano errori grossolani in casa Impavida e la parità è di nuovo servita (15-15). Codarin spegne la luce a Di Meo, e Potenza Picena allunga sul 15-18.

Errori anche in casa ospite ed è 18-20 in quel di Ortona. La Sieco non demorde e ancora con Casaro si avvicina pericolosamente sul 21-22. Lazzaretto regala il set point ai suoi (22-24). Il set si chiude con una chiamata video check di coach Lanci su una possibile invasione del muro ospite ma così non è (22-25).

Squadre in campo per il secondo set. É il video check a decretare l’ennesima parità in questa gara (palla toccata dal muro ortonese) quando siamo sul 2-2. Inizio scoppiettante con le squadre a darsele sul 5-6. Argenta prende le misure e comincia a martellare ed è +3 per gli ospiti (5-8). La panchina abruzzese è costretta a fermare tutto sul 6-10 con la squadra un pò ferma sulle gambe. Biglino ferma Casaro ed è ancora vantaggio per i marchigiani sul 8-12. Visentin cerca e trova benissimo i suoi attaccanti, risvegliando l’animo dei suoi e segnando cosi il 10-15. Casaro è l’unico a non voler alzare bandiera bianca ed è ancora lui a tenere a galla la squadra di casa segnando il 14-17. I giovani in campo, in quota Sieco, dimostrano di avere carattere e non mollano. 16-19 al Palasport. Gli impavidi lottano ma non riescono mai a concludere la rimonta (19-22). Recupero bellissimo del giovane Provvisiero nell’azione del 19-23 che purtroppo però viene conclusa dalla squadra ospite. Il punto del 19-24 è un bellissimo mani-out di Di Meo ma il secondo arbitro non vede nulla e nemmeno il video check, quindi il parziale si chiude 19-25.

Terzo parziale decisivo ora per la compagine ortonese. Novità in casa Impavida con Listratov al posto di Miscione. Di Meo decide di alzare la voce e il 4-2 è tutto suo. Argenta è di nuovo ispirato e tiene vicini i suoi ( 6-4). Ferrini non cede è mette giù la palla del +2 (8-6). Il 10-7 è il “murone” di Listratov su Argenta. La GoldenPlast ha sette vite come i gatti e con Argenta è di nuovo a -1 (11-10). Il 14-12 è il risultato di una decisione invertita con il video check, e ad Ortona per una volta va bene. Ortona non riesce a fare il passo più lungo e ovviamente gli ospiti ne approfittano (16-15). Casaro fa incendiare il Palazzetto. Sua è la magia del 18-16. Ora è il momento delle emozioni. 20-19 con l’ace di Argenta. Ad onor di cronaca bisogna dire che di grinta questa Sieco ne ha da vendere…nonostante tutto. 23-20 con super Nicolò Casaro! Si chiude 25-21 con la palla a rete di Argenta.

Nel quarto set la parità è regina. 5-5 in un Palazzetto che ora è una vera e propria bolgia. Ora ci si affronta senza paura e soprattutto con motivazioni diverse. La palla out di Bellini segna il +1 ortonese (8-7) ma c’è da soffrire. Sul 12-8 cambio con Zonca al posto di Lazzaretto e coach Di Pinto a voler parlare con i suoi. 13-8 ace di Pedron e ora il pubblico è tutto a spingere i ragazzi allenati da Lanci. Anche Cristofaletti fa il suo ingresso in campo, rilevando Bellini. La panchina ospite fa bene ed è 13-11. La remontada è presto fatta per i potentini. 13-13 con il muro ospite a chiudere il cerchio. La Sieco Service morde e Simoni ne è la dimostrazione. Muro tetto su Argenta e Ortona torna avanti (18-14). Casaro c’è e con lui tutta la squadra! 21-16 tra le mura amiche. Cristofaletti è bandiera dell’orgoglio potentino e si torna a soffrire sul 22-20. Questa è la squadra che fa sognare gli ortonesi e non solo. 24-22 con l’insidioso turno al servizio dell’opposto Argenta. Finisce 25-22.

Tie-break cercato e voluto dai padroni di casa. Inizia male e Ortona è già costretta a recuperare (1-3). Casaro e compagni recuperano e ristabiliscono la parità sul 3-3. Si lotta ma è un piacere vedere questi atleti giocare con il cuore. É ancora parità sul 6-6. Solo applausi per il classe 1994, Nicolò Casaro, che con classe e freddezza fa un ace pazzesco (7-5). 8-6 al cambio di campo con la bomba di Di Meo. 10-6 ed è ancora ace di Casaro! Il giusto atteggiamento e la giusta determinazione portano la Sieco a fare male. 13-7 con un tifo pazzesco. La gioia, quella vera, esplode con l’attacco dello schiacciatore sulmonese Di Meo (15-9).

TABELLINO:

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – GOLDENPLAST POTENZA PICENA 3-2
(22-25/19-25/25-21/25-22/15-9)

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA: Simoni 7, Ferrini 7, Ceccoli n.e., Miscione, Listratov 4, Pedron 1, Toscani L, Provvisiero, Di Meo 24, Lanci, Casaro 29, Buchegger n.e. Allenatore: Nunzio Lanci

GOLDENPLAST POTENZA PICENA: Casulli L, Codarin 9, Colarusso, Bucciarelli, Cristofaletti 2, Zonca 2, Bellini 16, Visentin 3, Argenta 26, Biglino 11, Marcovecchio n.e., Lazzaretto 7. Allenatore: Adriano Di Pinto

Arbitri: Oranelli Alessandro (Perugia) e Brancati Rocco (Perugia)

Videocheck: Finucci Anna