Urbino, dal 12 ottobre inizia la nuova serie di ‘Letture ad alta voce’

86

Libro

URBINO – Mercoledì 12 ottobre inizia nella Casa della Poesia una nuova serie di ‘Letture ad alta voce’, organizzata dalla Fondazione Carlo e Marise Bo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Urbino. Il tema comune ai testi scelti è l’emigrazione, l’esilio, la necessità di inserimento in una nuova cultura.

Le cause dell’abbandono della propria patria sono tante: la persecuzione politica da parte dello stato in cui si vive e che non permette la libertà di opinione, la persecuzione degli ebrei, la condizione di povertà che non permette più una vita decente, l’imposizione di una lingua che non si conosce, il difficile inserimento in un modo di vivere e una cultura che non quella in cui si è nati. I testi scelti fanno parte di diversi rami della letteratura: racconti, ricordi, discussioni dei problemi dell’emigrato e della integrazione in una cultura e un modo di vivere che non tutti riescono a conquistare.

Il tema è, come tutti sappiamo, di grande attualità, anche se noi, rimasti nel paese d’origine, forse non ci rendiamo conto delle tante difficoltà che provocano la necessità di inserirsi in una cultura e in una lingua nuova.  Gli autori dei testi sono scelti tra i tanti testimoni delle disgrazie del mondo del Novecento e dell’inizio del nostro secolo e affrontano i problemi vissuti da punti di vista diversi, sempre però per presentare la fragilità del rapporto con i concittadini del paese in cui si vive. La lettura ad alta voce dei testi è affidata al Centro UniversitarioTeatrale “Cesare Questa”.