Una competizione sportiva speciale per la Brigata degli Unicorni di Pollenza

special capone 2018

Si tratta dello Special Olympics nelle specialità dell’equitazione

POLLENZA (MC) – Il Team Special Olympics dell’A.S.D. La Brigata degli Unicorni di Pollenza ha recentemente partecipato ai Giochi nazionali Estivi SPECIAL OLYMPICS. L’evento si è tenuto a Montecatini Terme, ed ha rappresentato un caso unico nel suo genere: ben 3000 atleti con disabilità intellettiva sono stati impegnati in 19 discipline sportive: Accanto a loro c’erano 10.000 persone tra accompagnatori, tecnici, volontari e familiari.

L’Associazione pollentina, che da diversi anni partecipa aa questa speciale competizione sportiva, vanta un preparatissimo team Special Olympics che compete nelle discipline dell’equitazione. In questa edizione hanno gareggiato gli atleti Stefano Capone di Pollenza, Tommaso Frattani di Corridonia e Rebecca Bacchelli di Camerano; ad accompagnarli in quest’avventura sono stati il Tecnico Loredana Capone ed i volontari Alessia Lancellotti e Sonia Mariotti.

Importanti i risultati conseguiti dal team pollentino: Tommaso Frattani si è aggiudicato la Medaglia d’oro nella disciplina del Pole Bending al passo e la medaglia d’argento nel Working Trail al passo; Stefano Capone si è piazzato terzo nella specialità del Pole Bending al trotto e nell’Horse Trail al trotto; Rebecca Bacchelli, alla sua primissima esperienza si è aggiudicata ben due medaglie d’argento nelle specialità del Pole Bending e Horse Trail al passo.

L’A.S.D. La Brigata degli Unicorni di Pollenza ha tra i suoi obiettivi la diffusione della pratica dell’equitazione e la promozione di attività di carattere ludico/sportivo e ambientale, con particolare attenzione ai bambini e alle famiglie. Oltre alle lezioni di equitazione per bambini, ragazzi e adulti, l’associazione propone il Programma di Sport per Disabili SPECIAL OLYMPICS: un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per le persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva a partire dagli 8 anni di età.

Nel mondo sono oltre 170 i paesi che adottano il programma Special Olympics. Fino agli anni ’60, negli Stati Uniti, molta gente dubitava che le persone con disabilità cognitiva potessero trarre benefici da programmi sportivi e da opportunità di competizioni sportive, ma pionieri come Eunice Kennedy Shriver, fondatrice di Special Olympics, hanno perseverato e gli atleti di Special Olympics dimostrano ancora oggi che avevano ragione.

Dall’1 giugno al 9 settembre, dal lunedì al sabato con orario 17-19.
Domenica con orario 10-12 e 17-19.
Dal 10 settembre al 31 maggio 2019 : sabato e domenica con orario 16-18.

Matteo Principi, sindaco di Corinaldo: “Un progetto che vuole rivalutare quindi valorizzare, con un investimento molto contenuto, quei luoghi della cultura che ci sono sempre stati, rimettendoli in rete, anche grazie ai Comuni di Trecastelli e di Castelleone di Suasa. Un progetto che vuole guardare avanti e oltre, ripartendo da Corinaldo stesso, dai suoi cittadini e dalla cultura dell’accoglienza. Un’iniziativa che vuole riorganizzare la vita di una comunità, facendole riacquistare attenzione a quei luoghi e a quelle attività ormai dati per scontati. Ringrazio la Pro Loco, nella figura del presidente Manuel Pettinari, per l’impeccabile organizzazione; ringrazio il nostro responsabile dell’ufficio cultura e turismo Paolo Pirani e chi, come il nostro parroco don Giuseppe Bartera e la famiglia Patregnani con il “Molino Patregnani” si è inserito nella nostra progettualità. Al progetto si affiancano tutti i luoghi relativi alla spiritualità gorettiana che quelli della tradizione contadina”.

Giorgia Fabri, assessore alla Cultura: “Un progetto partito cinque anni fa con “Corinaldo Città Palcoscenico” con lo scopo di fare rete e migliorare ancora di più l’accoglienza turistica e la fruibilità dei nostri luoghi della cultura convinti che un “paese” non è un luogo statico, ma il risultato di tutto quello che fa ed è il risultato delle persone che vi dialogano all’interno. Cinque sono le parole chiave per presentarlo: conservazione, valori, accoglienza, promozione, rilevanza economica. Un circuito in cui i luoghi saranno aperti contemporaneamente, in una fascia oraria unica. I proventi della card serviranno per ristrutturare tre opere d’arte di proprietà comunale”.

Riccardo Silvi, assessore al Turismo: “Esperienza e stare insieme, questo il futuro elemento caratterizzante per tutte le comunità. È l’intero sistema che sposta le persone, non Corinaldo in sé”.

Manuel Pettinari, presidente della Pro Loco: “Riconosciamo la bontà dell’Amministrazione nell’investire tempo, risorse ed energie su quello che è lo scopo della nostra associazione ovvero valorizzare il territorio”.