‘Sulla scia brillante dell’amore’, Monica Baldini ci presenta due nuove poesie

64

Monica BaldiniFANO – Monica Baldini ci presenta un altro estratto del suo ultimo libro “Sulla scia brillante dell’amore”, edito poche settimane fa per BookSprint Edizioni.

Si tratta di una rivisitazione di un testo in prosa poetica elaborato tra il 2015 e il 2016. Sono molto felice di questo nuovo libro e vi dedico un nuovo estratto che si congiunge con quell’intangibile e gradevole sensazione che è fruibile oggi come domani, nell’immediato. Con l’occasione pongo lettura della poesia invece dedicata al mio caro nonno defunto in ricordo della sua morte in Novembre mostrando come il libro sia composto di poesia e prosa in un viaggio di maggior riflessione e immersione nel sentimento d’amore e benevolenza. Vi auguro buona lettura”, commenta la scrittrice marchigiana.

Di spiaggia a novembre 

Scatti sfuggenti. Raccogli istanti della natura. Toni marini, di sabbia bagnata illuminata d’autunno. Il cielo si confonde. E’ incanto. Intangibile, sfugge le parti ma definisce nella sua completezza. Si racchiude, intatto. E’ serenità, languido procedere in riflessione, concedersi all’universo, a quel gioco di riflessi. La gioia dei cani in libertà sulla battigia, il camminare di una coppia, la bicicletta che scappa, l’auto parcheggiata. Carisma vitale che emerge impavido e chiede di essere apprezzato. Facendosi accarezzare come una boccata d’aria pulita. Così ti riempie, galante verso positivi pensieri e non ti intimorisce quel bene che provi anzi vuoi assaporarlo. pag. 28

L’Indimenticabile
A te, Lanfranco Gambelli. Il pittore.
Fierezza e passione.
Sguardo pensante e commosso.
Di cardini fermi.
E balenati.
Intelligenza acquisita. E sapienza.
Una costruzione lasciata.
Una vita trascorsa.
Bontà e perdono. Poi fatica.
Segni limitati incisi. Intramontabili.
A te che sapevi, leggevi, immaginavi.
Ti addolciva l’anima il respiro,
ti regalava di gioia il lavoro.
Ti rallegravi di cibo.
La preghiera ti ha onorato.
Salvezza.
Di grazia e virtù, la corona.
E il premio.
Da qui non ti dimentichiamo.
Che Dio ti accolga. In Paradiso.
Un grande bene. Saluto.
Grazie. pag. 12

tratto da “Sulla scia brillante dell’amore” di Monica Baldini