Stalking, divieto di avvicinamento per un anconetano 40enne

79

Stalking violenza maltrattamentiANCONA – La Squadra Mobile della Questura di Ancona ha eseguito, al termine di indagini per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori, la misura cautelare nei confronti di un anconetano 40enne del divieto di avvicinamento alla parte offesa.

Si tratta di una misura cautelare coercitiva, introdotta nel 2009 a tutela delle vittime di stalking. Il giudice ordina al destinatario di non avvicinarsi alla vittima, di non frequentare i luoghi da lei abitualmente frequentati e di non comunicare con lei. In caso di trasgressione, l’autore rischia un inasprimento della misura, fino alla custodia cautelare in carcere.

L’ uomo è accusato di aver maltrattato la ex convivente, dalla quale ha avuto un figlio; di averla diffamata su un social network quando lei ha troncato la relazione; di averla perseguitata anche dopo la separazione, con appostamenti, minacce ed incursioni sul luogo di lavoro; di averle rubato un telefono cellulare per prendere visione dei messaggi sui social che la donna aveva memorizzato sul telefonino.