Selezione Interzonale, tre Juniores della squadra Optimist “Sailing Park” si qualificano

49

FANO – Si è conclusa domenica la Selezione Interzonale Optimist, ad Eraclea Mare (Venezia), regata interregionale (Marche, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia) di tre giorni, dal 26 al 28 marzo. Sono state effettuate sette prove su nove in programma, in quanto alcune non sono state svolte a causa del poco vento.

Nelle sette prove disputate, gli Juniores della squadra Optimist del team “Sailing Park” (team che raggruppa gli atleti e gli istruttori del Club Nautico Senigallia e del Circolo Velico Torrette di Fano), si sono comportati egregiamente. Ben tre atleti della squadra (Alessandro Abbondanza, Alessio Lucantoni e Jacopo Mattioli) hanno centrato la qualificazione alle successive selezioni nazionali, risultati valevoli per le qualificazioni agli europei e mondiali, che si svolgeranno a Scarlino, dal 23 al 25 aprile, e a Torbole, dal 5 al 9 maggio. Peccato per Chiara Messina che per poco non è riuscita a rientrare tra i primi 46 che andranno appunto alle selezioni nazionali.

Della squadra hanno partecipato alla regata anche Adele Scalini, Edoardo Bolano, Elena Pelizza, Jacopo Canuti, Maria Chiara Fuligna, Pietro Zandri, Selita Bertini e Sofia Pelizza.

Ecco il commento a caldo del coach Giacomo De Carolis: “Sono stati tre giorni di regata non facili, a causa del vento debole e della tanta corrente da gestire, soprattutto sulla linea di partenza dove le squalifiche per partenza anticipata (BFD) sono state tantissime. Ma anche il campo di regata era difficile, e molto tecnico, per via della corrente: infatti alcune prove le abbiamo finite con pochissimo vento (2/3 nodi) e con un nodo di corrente.
Comunque sono soddisfatto per la buona prestazione della squadra, positive in generale le prestazioni dei ragazzi: abbiamo pagato tanto qualche errore tecnico di troppo, peccato!
Dispiace per Chiara, che non ha centrato la qualificazione per pochissimi punti, ma anche per Maria Chiara e Pietro che avevano tutte le carte in regola per far bene, ma i troppi BFD li hanno penalizzati.
Fa riflettere che soltanto sei marchigiani si siano qualificati alle selezioni nazionali: sicuramente ciò è anche dovuto alle condizioni invernali molto penalizzanti che hanno contraddistinto il Medio Adriatico, limitando il numero degli allenamenti durante l’inverno”.

Da sottolineare che la trasferta è stata fatta prendendo tutte le precauzioni che questa pandemia richiede; in particolare tutti gli atleti e gli istruttori hanno fatto ben due tamponi molecolari, uno prima della partenza, e l’altro al rientro dalla regata. Sono state altresì prese tutta una serie di misure accurate, sia durante il viaggio, che durante il soggiorno. Inoltre anche i circoli organizzatori della regata, di Eraclea Marina e Mestre, che ringraziamo, sono stati perfetti, in quanto hanno messo a disposizione spazi adeguati per tutti i regatanti. Insomma, un altro importante segnale della responsabilità che lo sport insegna!

Complimenti a tutti i ragazzi che hanno partecipato a questa importante regata e ai loro coach Giacomo De Carolis e Giulia Gatta, e ringraziamo per il sostegno per la stagione sportiva i circoli (Club Nautico Senigallia e Circolo Velico Torrette di Fano), gli sponsor (Nerea Yacht, Argo Marine, Allianz Bank Franco Vassura, Lions Club Senigallia, Odontoiatria Italiana e Si Con Te Superstore Marzocca di Senigallia), e i genitori dei ragazzi: un grazie di cuore a tutti!