San Severino, dal sindaco di Camerino guanti e mascherine per la Casa di Riposo

8

Sandro Sborgia  ha accolto l’invito di Rosa Piermattei a donare dispositivi di protezione individuale per poter fronteggiare al meglio il focolaio Covid-19 esistente all’interno della struttura

SAN SEVERINO MARCHE – Scatta la gara di solidarietà per gli anziani ospiti della Casa di riposo “Lazzarelli”. Dopo l’appello del sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, contenente l’invito a donare dispositivi di protezione individuale per fare in modo che il personale dell’azienda servizi alla persona possa fronteggiare al meglio il focolaio Covid-19 scoppiato all’interno della struttura, non si è certo fatta attendere la risposta di un altro sindaco.
Il primo cittadino di Camerino, Sandro Sborgia, ha voluto personalmente consegnare mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 e guanti per il personale della struttura. I materiali sono stati consegnati direttamente nelle mani della direttrice della “Lazzarelli”, Laura Taccari. Nell’iniziativa è stata coinvolta anche la Andrea Bocelli Foundation che nella città ducale ha realizzato una casa della musica per aiutare i terremotati e portato a compimento diversi altri progetti solidali.
“Un gesto profondo quello che abbiamo ricevuto. Un gesto che unisce, ancora una volta, le nostre comunità impegnate come non mai ad affrontare in questo periodo un’emergenza senza fine – spiega il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che ha assistito alla consegna dei preziosi dispositivi – Speriamo di uscire il prima possibile da questo incubo. Quanto sta accadendo nella nostra Casa di riposo è un qualcosa che sta straziando veramente i nostri cuori”.