San Severino, “Francesco un altro volto”: riprendono gli incontri

26

Il Centro di esperienza e formazione francescana, le Clarisse e l’Ordine Francescano Secolare, proporranno letture per presentare la vera storia di Francesco, ma anche per aiutare a vivere l’esperienza cristiana con coerenza e credibilità

SAN SEVERINO MARCHE – Il Centro di esperienza e di formazione francescana presso il convento di San Salvatore in Colpersito, a San Severino Marche, riprende l’attività degli incontri dal titolo “Francesco un altro volto” e lo fa a un anno esatto dall’interruzione imposta dal Covid.
“Speravamo di poter ritornare in presenza, ma visto il prolungarsi della pandemia abbiamo deciso di offrire una nuova serie di appuntamenti, utilizzando le possibilità offerte dai mezzi di comunicazione” – fanno sapere i frati del convento dei Cappuccini.
Il Centro di esperienza e formazione francescana, le Clarisse e l’Ordine Francescano Secolare, proporranno una lettura continuata della Regola non bollata di Francesco di Assisi a 800 anni della sua stesura.
Gli incontri aiuteranno a presentare la vera storia di Francesco, la sua figura ma anche a vivere l’esperienza cristiana con coerenza e credibilità accettando la fatica di ogni giorno.

  • Il primo incontro si terrà domenica 31 gennaio, a partire dalle ore 17,30, e si potrà seguire in diretta streaming sulla pagina Facebook Centro di esperienza e di formazione francescana o sul canale youtube della Clarisse di San Severino. Si inizierà con un’introduzione al testo seguendo gli aspetti generali e la storia della redazione.
  • Domenica 21 febbraio incontro dedicato a “L’accoglienza dei nuovi membri” e alla “Preghiera dei frati”.
  • Domenica 14 marzo si parlerà invece della “Vita fraterna nel servizio reciproco e capaci di perdono”.
  • Gli incontri proseguiranno domenica 11 aprile con “Il lavoro e la mendicità per sostenersi e condividere la sorte dei poveri”.
  • Ultimo appuntamento, domenica 9 maggio, con “L’andare per il mondo a predicare ai cristiani e in missione fra gli infedeli”.