Regione Marche, lotta al bullismo: stanziati 100 mila euro per la prevenzione

45

ANCONA – La Regione Marche  in prima linea nella lotta al bullismo. Su proposta dell’assessore all’Istruzione, al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi, la giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità per l’erogazione dei finanziamenti per gli interventi di prevenzione e contrasto dei fenomeni di bullismo, cyberbullismo, sexting e cyberpedofilia.

“Per il 2020 le risorse a disposizione ammontano a 100mila euro – spiega l’ assessore Bravi – . Il provvedimento prevede l’individuazione di una rete di scuole, una per ambito provinciale, in grado di realizzare le linee guida per costruire e gestire un sistema antibullismo certificato che assicuri il rispetto e la tutela dei minori. Questa modalità strategica serve ad evitare interventi frastagliati e vuole mettere a sistema un modello che favorisca la diffusione dei valori di civiltà e della cultura della legalità soprattutto in ambiente scolastico e nei luoghi di aggregazione giovanile . Allo stesso tempo è intento di questa giunta promuovere l’informazione e sostenere l’educazione ai nuovi media per l’uso consapevole e responsabile di questi strumenti”.

Il progetto verrà sviluppato e implementato attraverso l’elaborazione di una apposita documentazione di sistema prevedendo una sperimentazione in alcune scuole pilota delle Marche per poi essere adottato da tutti gli istituti scolastici e formativi di ogni ordine e grado.

La progettazione godrà del supporto della supervisione scientifica delle Università e sarà collegata agli interventi già finanziati nel 2019 anche in considerazione dell’Accordo di programma con i quattro atenei marchigiani approvato dalla giunta il 18 febbraio scorso.