È questo il fiore del partigiano! di Monica Baldini

50

25 aprile 2021: Festa della Liberazione.
L’ultima strofa del noto canto popolare italiano della Resistenza “Bella ciao”, dice così:

«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano
morto per la libertà!»

Morire per la libertà. Una libertà di cui dal 1946 godiamo.
Oggi particolarmente nessuno può dirsi esonerato dal riflettere su cosa significhi vivere questo diritto, quanto sangue e che prezzo sia stato pagato, che nonostante non sembra essere stato così alto.
Le scelte umane sono in ogni attimo potenzialmente decisive per il domani e costruiscono.
Quei partigiani che liberamente si sono uniti e per libertà sono morti. Guerre, battaglie lunghe anni, storia di cui siamo figli, passato di saggezza o solo passato?
E il presente non sente un tonfo al cuore se rilegge quei testi, da “Lapide ad Ignominia” di Calamandrei o “L’alba del 25 aprile” di Tajetti Pietro “Mario”?
La libertà non è gratuita, va conquistata ci dicono loro e non solo ieri ma spetta a ciascuno farlo. La libertà è preziosa e va salvaguardata ogni giorno, ora e sempre.
Monica Baldini