Pollenza, ‘Padre Vincenzo e i suoi fratelli’: la presentazione del libro

Domenica prossima, presso la Sala Convegni comunale, sarà presentato il volume, curato da Padre Armando Pierucci, da Elisabetta Nardi e da Stefano Lucinato, sulla figura di Padre Vincenzo Zucca

POLLENZA (MC ) – Domenica 17 Novembre alle 16,00 verrà presentato al pubblico un volume dedicato alla figura di Padre Vincenzo Zucca. Presso la Sala Convegni comunale il pubblico potrà ricordare l’uomo e il religioso che tanto ha segnato il nostro territorio con il suo operato. Il volume, dal titolo Padre Vincenzo e i suoi fratelli è stato curato da Padre Armando Pierucci, da Elisabetta Nardi e da Stefano Lucinato. Una collaborazione che è stata necessaria per studiare l’intenso percorso umano e spirituale di Padre Vincenzo sotto vari profili, e soprattutto poggiando su tante testimonianze di chi lo ha conosciuto.
Nato ad Arcevia, ma vissuto lungamente a Pollenza presso il convento dei Frati Minori, ha saputo penetrare il tessuto cittadino con umiltà e con la frequentazione assidua dei momenti più rappresentativi della vita di Pollenza, tanto da guadagnarne anni fa la cittadinanza onoraria. La sua parola sapeva essere di conforto, il suo sguardo vivace e veloce è impresso nella memoria di tutti. Maneggiava una grande cultura ma l’ha sempre voluta accompagnare ad opere benefiche e silenziose, nello stile dell’Ordine cui apparteneva. Il rispetto per le Istituzioni, in particolare l’affetto per l’Arma dei Carabinieri, è ancora oggi ricambiato. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale fu impegnato nel salvare tanti giovani dai rastrellamenti nazisti. Si dava ai poveri, ai malati e ai moribondi con la serenità che appartiene solo all’uomo dio fede. Padre Vincenzo era un uomo di piccola statura fisica a cui oggi vengono riconosciuti meriti da gigante e questo libro getta la fondamenta per una riscoperta profonda.
Tra i suoi meriti c’è anche quello di aver diffuso la conoscenza e il culto di alcuni Santi e Venerabili marchigiani: Sante Sacconi, la Beata Francesca del Serrone, Padre Damiano Sfascia e San Serafino.
L’evento è patrocinato dal Comune di Pollenza; l’ingresso è libero e gratuito per tutti.