Pesaro, inaugurato il nuovo ascensore a Villa Vittoria

25

Collaudato l’elevatore voluto dall’Amministrazione che consentirà di usufruire anche del 1° piano del centro diurno ai piedi del San Bartolo

PESARO – Abbattute le ultime barriere architettoniche di Villa Vittoria, il centro socio educativo ai piedi del San Bartolo che da oggi si dota di un ascensore «perfetto per le esigenze dei suoi utenti».

«Una spesa che, come Amministrazione – ha detto l’assessore alla Solidarietà Sara Mengucci – abbiamo cercato con fermezza di sostenere. La funzione educativa e sociale dei centri diurni per disabili è indispensabile sia per gli utenti, sia per le loro famiglie. Sono servizi fondamentali, soprattutto in un momento complesso come l’attuale in cui le relazioni interpersonali sono più rare e i percorsi volti a far acquisire maggior autonomia alle persone con disabilità devono essere rimodulati».

È così che l’Amministrazione ha deciso di realizzare quello che i gestori della struttura hanno definito «un regalo importante». Costato 50mila euro (comprensivi della parte progettuale, strutturale, del costo dell’ascensore e di quello per la sistemazione delle vie di fuga) il nuovo elevatore è destinato agli utenti della struttura comunale gestita dalla cooperativa Labirinto: «Siamo felici di esserci riusciti a raggiungere l’obiettivo. Questo è un piccolo gesto capace di creare grandi miglioramenti» ha detto l’assessore all’Operatività Enzo Belloni.

Consapevoli delle necessità del pubblico e delle particolarità di una struttura inserita in un’area con vincoli paesaggistici, l’Amministrazione, in epoca pre-covid, ha iniziato la procedura per l’acquisto convinta «dell’urgenza di un intervento strutturale». Poi è arrivata la pandemia. Il centro è rimasto prima chiuso per quasi tre mesi, le attività sono state interrotte. «Abbiamo deciso di approfittare di questo tempo a disposizione per i lavori e per installare un ascensore interno alla struttura che non impattasse con l’ambiente esterno» ha precisato Belloni.

Con l’arrivo dell’estate sono iniziati i tamponi quindicinali agli ospiti diurni della struttura ed è partita la riprogettazione delle attività e degli spazi. «La scelta di dotare la struttura di un ascensore ha dato un’opportunità indispensabile per la vivibilità di Villa Vittoria, soprattutto oggi: l’accessibilità completa al primo piano dell’edificio» sottolinea Luca Pazzaglia, responsabile coop. Labirinto.

Fino ad oggi inutilizzato a causa dei gradini, il piano superiore dell’edificio da oggi potrà ospitare i gruppi di utenti con disabilità e le nuove esigenze di spazi più ampi imposti dal Covid-19: «È un ascensore molto ampio, con doppia porta che permette agli ospiti in carrozzina di entrare da una porta e uscire dall’altra. È perfetto».

VILLA VITTORIA
Villa Vittoria è il secondo centro socio educativo nato a Pesaro. Sito alle pendici del Parco San Bartolo, accoglie persone in età adulta con disabilità cognitiva medio-grave. Ad oggi la struttura propone servizi e attività per 2 gruppi al giorno, composti da un massimo di 6 utenti ciascuno, dalle 8:30 alle 15:30. Gli iscritti ai servizi del centro sono ad oggi 18. A loro sono destinati servizi e attività di inclusione in collaborazione con enti e associazioni del territorio.