Marche, didattica a distanza: la Regione a lavoro per sostenere gli studenti

11

Al vaglio della Regione aiuti economici per l’acquisto di dispositivi tecnologici e per gli affitti degli studenti universitari fuori sede

ANCONA – L’emergenza epidemiologica da COVID-19 ha di nuovo determinato la sospensione delle attività didattiche nelle scuole superiori e di conseguenza  è attivata la modalità di didattica a distanza, che permettendo di superare le barriere fisiche consente  agli studenti  di continuare ad apprendere. La decisione di favorire la didattica a distanza per le scuole superiori e delle università, come stabilito dagli ultimi Dpcm del Governo nonché dalle ordinanza regionali, comporta però alcune difficoltà per gli studenti e le famiglie. Così, su indicazione del presidente della Regione Marche  Acquaroli, gli assessori al bilancio, Guido Castelli, e all’istruzione, Giorgia Latini, in queste ore stanno lavorando per ottimizzare delle soluzioni che vadano a sostenere l’acquisto e la messa a disposizione di strumentazione informatica e l’erogazione di contributi per gli affitti per gli studenti universitari.

“Ci rendiamo perfettamente conto – afferma l’assessore all’istruzione, Giorgia Latini – che costringere i nostri ragazzi alle lezioni a distanza comporta per le famiglie delle criticità e delle incombenze legate sia alla disponibilità di dispositivi tecnologici e sia al tema degli affitti per gli studenti universitari fuori sede. Ho ricevuto sia dagli stessi rettori che dal territorio la richiesta di affrontare questa problematica inerente a chi ha scelto di impegnarsi anche economicamente con un affitto nelle rispettive città universitarie ed ora si troverà per diverse settimane a non poter frequentare gli atenei in presenza. Stiamo lavorando per mettere a punto delle misure che possano andare in questa direzione a sostenere i nostri ragazzi e le famiglie in questo momento particolare e per questo ringrazio l’assessore Castelli che si è adoperato per reperire le risorse necessarie”.

“Stiamo provvedendo a reperire le risorse – spiega l’assessore al Bilancio, Guido Castelli – per fornire sia alle scuole che ai nostri studenti la strumentazione informatica necessaria per la didattica a distanza, come tablet e portatili. Nei prossimi giorni daremo con più certezza informazioni in merito alle modalità di fruizione dei contributi. Allo stesso modo stiamo lavorando per studiare soluzioni utili per sostenere il pagamento degli affitti per gli studenti universitari fuori sede e le loro famiglie. In un momento di difficoltà generale la Regione è impegnata a fare il massimo per sostenere anche le fasce più giovani che stanno contribuendo, anche tramite la didattica a distanza, alla lotta contro il coronavirus”.