Macerata e Provincia, controlli Polizia di Stato: due arresti

26

A Civitanova un 20enne clandestino è stato sorpreso con 18 dosi di eroina pronte allo spaccio; a Macerata invece un noto pregiudicato è stato arrestato  per  indebito utilizzo di carte di credito

MACERATA – Continua in tutta la provincia di Macerata l’attività di controllo del territorio della Polizia di Stato finalizzata al contrasto dei reati connessi allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti. Nella giornata di ieri a Civitanova Marche i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza diretto dal Commissario Capo MAZZA Fabio, hanno tratto in arresto una persona colta nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, un cittadino di origini tunisine, poco più che ventenne, è stato individuato dai poliziotti mentre si trovava in attesa di “clientela” lungo la pista ciclabile che da Civitanova Alta conduce al centro Cittadino. Gli agenti, notando l’atteggiamento sospetto, con una azione repentina bloccavano il giovane prima che lo stesso riuscisse ad inghiottire 18 involucri di sostanza stupefacente, che dai successive accertamenti del locale Posto di Polizia Scientifica risultava essere eroina del peso di oltre 8 grammi, suddivisi in dosi pronte allo spaccio e ad alimentare il “mercato” cittadino di droga.
La sostanza stupefacente veniva sequestrata unitamente alla somma di 350 euro suddivisa in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio posta in essere dal giovane che per quanto sopra veniva tratto in arresto. L’uomo già gravato da precedenti di Polizia per reati connessi alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti è risultato essere clandestino sul territorio nazionale e senza fissa dimora. L’arresto è stato convalidato nella mattinata odierna dopo l’udienza tenutasi presso il Tribunale di Macerata e l’uomo è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di firma presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitanova Marche.

Nella mattinata di ieri i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Macerata diretta dal Commissario Capo Matteo LUCONI hanno rintracciato e tratto in arresto in questo centro storico un noto pregiudicato successivamente ristretto presso il carcere di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovendo lo stesso espiare la pena di un anno e otto mesi di reclusione nonché al pagamento della multa di 750 euro.
L’uomo, conosciuto dalle Forze dell’Ordine per i suoi numerosissimi trascorsi in quanto dedito alla commissione di reati contro il patrimonio, è stato infatti arrestato in forza di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata emesso a seguito della definizione di un processo penale che lo vedeva imputato per il reato di indebito utilizzo di carte di credito. L’uomo, che non ha opposto resistenza al momento dell’arresto, è stato condotto in Questura per le formalità di rito e successivamente associato al carcere di Fermo.