Macerata, prevenzione del disagio giovanile: presentato il progetto G.O.A.L.S.

Si tratta di  un nuovo modello d’intervento per contrastare dispersione e abbandono scolastici e rafforzare il ruolo genitoriale

MACERATA – Presentato questa mattina nella sala riunioni di palazzo Conventati del Comune di Macerata, dalla cooperativa Il Faro, il progetto G.O.A.L.S., un modello innovativo d’intervento nato per contrastare il disagio giovanile e rafforzare il ruolo genitoriale.
G.O.A.L.S. propone una serie di azioni volte a prevenire e contrastare i fenomeni di dispersione e abbandono scolastici nei territori di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Civitanova Marche, Macerata, Fermo e Porto San Giorgio, intervenendo nella fascia di età 11 – 17 anni.
I tre partner principali di progetto (ovvero “Il Faro” società cooperativa sociale, Cooperativa “Capitani Coraggiosi” e Centro di Solidarietà Marche Sud) hanno sottolineato l’importanza di fare rete, muovendosi in maniera sinergica e collaborativa.

“Rinnoviamo l’invito a partecipare – ha sottolineato Marcello Naldini, responsabile del progetto e portavoce della società cooperativa sociale “Il Faro” – perché insieme è possibile costruire un progetto su misura per ciascun territorio, portando un cambiamento concreto nel futuro dei ragazzi.”
Questo nuovo modello intende infatti costruire una comunità educante capace di dimostrare che è possibile fronteggiare più efficacemente ed efficientemente i problemi evidenziati se gli attori chiamati a interagire coi ragazzi congiungono i propri sforzi, adottando approcci di “welfare comunitario”
A tal proposito verranno costituiti bimestralmente dei tavoli di impatto collettivo territoriali e “aperti”, finalizzati alla supervisione delle attività e al confronto sistematico tra partner e stakeholder, in una collaborazione sinergica per raggiungere gli obiettivi preposti.

Per l’assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini il progetto G.O.A.L.S. si inserisce in maniera ottimale nella lacuna presente alla fine del percorso scolastico dei ragazzi, accompagnandoli alla ricerca di un futuro a loro più congeniale: “Per questa ragione – ha affermato – l’Amministrazione comunale di Macerata ha appoggiato il progetto, rendendoci orgogliosi di partecipare a questa meravigliosa iniziativa.”
Dello stesso parere anche i due istituti scolastici intervenuti, il Liceo Ginnasio Statale “Giacomo Leopardi” e la scuola Secondaria di I grado “Dante Alighieri”. In particolare il professore Adriano Menchi, del liceo Giacomo Leopardi, ha apprezzato l’umanesimo vivo e pulsante presente nel progetto: “Come istituzione scolastica – ha detto – puntiamo tutto sulla persona e la sua scoperta di sé; dare ai ragazzi la possibilità di scoprire le loro capacità è un modo innovativo di inserirli in maniera efficace e positiva nella società di oggi.”
Azioni scolastiche ed extra scolastiche quindi, che “vanno a rinforzare le azioni positive della scuola, rendendole davvero utili ed efficaci nella società attuale.» ha puntualizzato la professoressa Laura Merchioli, docente nella scuola Secondaria di I grado “Dante Alighieri”.

Azioni di orientamento scolastico, di contrasto dei fenomeni di bullismo, di riscoperta delle proprie capacità e di metodi concreti per ribaltare i numeri attuali sul disagio giovanile. Attività che sono possibili grazie all’intervento di rete di 24 partner, tra cui l’Osservatorio di Genere di Macerata, oggi presente alla conferenza stampa.
Il budget totale previsto per gli interventi programmati ammonta a 894.632,99 euro, di cui 800.000,00 euro verranno erogati sotto forma di finanziamento dall’impresa sociale “Con i Bambini”, suddivisi in un piano di attività di durata triennale.
L’obiettivo finale è quello di costruire una comunità educante, in grado di funzionare autonomamente anche al termine del progetto.

I partner del progetto sono: • Il Faro – Società cooperativa sociale • Ambito territoriale sociale XIX – Comune di Fermo capofila • Ass. centro di solidarietà Marche Sud • Ass. Compagnia delle opere Marche Sud • Ass. Papa Giovanni Paolo II onlus • Capitani coraggiosi s.c.s. • Comune di Civitanova Marche • Comune di Grottammare • Comune di Macerata • Comune di San Benedetto del Tronto • Cooperativa sociale CONSAPEVOLmente a.r.l. • Elicos s.r.l. • Fondazione O.R.A.F.A.C. • Hobbit s.c.s. • Human Foundation • Ist. comprensivo Dante Alighieri – Macerata • Ist. comprensivo Nardi – Porto San Giorgio • Ist. comprensivo statale Giacomo Leopardi – Grottammare • Ist. comprensivo Via Ugo Bassi – Civitanova Marche • Ist. professionale alberghiero Filippo Busceni – San Benedetto • Istituzione povera costente Maria • Liceo classico G. Leopardi – Macerata • Liceo classico statale A. Caro – Fermo • ASS. Osservatorio di genere.

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.