Macerata, le sigle sindacali della Polizia su prossima apertura Ufficio Immigrazione

12

MACERATA –  I sindacati della Polizia di Stato di Macerata e provincia  SIULP,SAP,SIAP,FSP,COISP MOSAP , SILP CGIL e UIL POLIZIA nel seguente comunicato rendono noto  che oggi , presso la nuova struttura dell’Ufficio Immigrazione della Questura, di fatto una parte dell’edificio occupato dalla Motorizzazione Civile in via Annibali nella frazione di Piediripa a Macerata, si è svolto il passaggio di consegne tra l’Agenzia del Demanio (organo preposto alla ristrutturazione dell’Immobile) e la Questura (organo che usufruirà della struttura), con la consegna delle chiavi dell’immobile in questione .
La fine di una problema che ormai durava da quasi un decennio e che ha visto numerosi “pseudo protagonisti” avvicendarsi ma due soli soccombenti: il personale che lavora in quell’Ufficio e le persone che dovevano frequentarlo per necessità. Entrambi, per anni, hanno sopportato i disagi di una struttura obsoleta, in cui si sono susseguiti crolli, perdite d’acqua e disagi dovuti ad animali e piante che infestavano la zona.
Non possiamo dire ancora che questo sia ormai solo un ricordo, perché la Questura ha ancora necessità di altro tempo per terminare gli ultimi lavori di rifinitura all’Ufficio: connessioni elettroniche ed elettriche, montaggio mobili e strutture fisse e infine il trasloco delle pratiche e dei suppellettili, operazioni che si protrarranno presumibilmente sino alla fine di gennaio (siamo in attesa di un cronoprogramma).
Ma in questo momento ci rallegriamo per il risultato raggiunto e soprattutto vogliamo ringraziare tutti quelli “oscuri lavoratori” che si sono adoperati affinché si giungesse a questa conclusione.
Nel rendere pubblicamente grazie al Sig. Prefetto Ferdani per il Suo fattivo interesse vogliamo ricordargli che il 31 dicembre 2020 scadrà il Protocollo d’Intesa tra il Ministero degli Interni, Demanio, Cassa Deposito e Prestiti e il Comune di Macerata per la costruzione della nuova Questura sulle future ceneri del vecchio Ufficio Stranieri e soprattutto della Sua promessa, fatta in sede di videoconferenza con queste rappresentative sindacali, di un Suo tentativo per un rinnovo dell’accordo in questione in sede ministeriale.