“La Rua sul palco dell’Ariston”, petizione per mandare a Sanremo la band marchigiana

292
La Rua
La Rua

ASCOLI PICENO – Una petizione per mandare La Rua sul palco del Festival di Sanremo 2017, al via tra pochissimi giorni. L’ha lanciata, su Change.org, La RuaFamily, cioè il fan club che si occupa di seguire tutte le attività della band pop/nu-folk formatasi nel 2004 nella provincia di Ascoli Piceno.

La Rua, come si legge nella petizione, “si era presentata alle selezioni con il brano “Tutta la vita questa vita”, ma la giuria ha preferito le esibizioni di Lele e Chiara Grispo. Decisivo il giudizio di Massimo Ranieri, che al ballottaggio tra i La Rua e Chiara Grispo ha preferito quest’ultima perchè i guantoni indossati dalla ragazza a suo avviso dimostrano la voglia di fare, di arrivare e di non arrendersi mai.

Nessuno in studio, sia gli altri membri della giuria sia il pubblico  ha preso bene l’eliminazione dei sei ragazzi ascolani, tanto da far intervenire sulla questione il conduttore, nonchè direttore artistico Carlo Conti: “Vedo di parlare con il direttore artistico (cioè se stesso, ndr), con il direttore di Rai Uno e con il capostruttura. Naturalmente i ragazzi del gruppo La Rua non possono essere riammessi, perchè sarebbe una scorrettezza verso gli altri partecipanti, ma vediamo di inventarci qualcosa. Magari il loro brano potrebbe diventare il ritornello della sigla di Sanremo 2017. Qualcosa ci inventeremo, mi sembra che piacciano particolarmente”.

In conferenza stampa, Carlo Conti racconta di aver chiamato Nicola Savino – che condurrà il DopoFestival – per chiedergli di realizzare “una piccolissima cosa”. Il brano dei La Rua sarà l’intersigla del DopoFestival e in una delle puntante il gruppo si esibirà dal vivo a Villa Ormond.

Carlo Conti alla band ascolana aveva promesso tutt’altro: che la loro canzone “Tutta la vita questa vita” sarebbe stata la sigla del Festival, non del DopoFestival.

Abbiamo lanciato questa petizione per permettere ai “La Rua” di salire meritatamente sul palco Ariston come ospiti in prima serata”.