Famiglia arrestata nel maceratese, coltivava 80 kg di marijuana

PORTO RECANATI – I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ancona, d’intesa con i colleghi di Macerata, hanno arrestato tre componenti di una famiglia, padre, madre e figlio, che avevano vicino casa, nei pressi dell’Hotel House di Porto Recanati, una copiosa coltivazione di marijuana destinata allo spaccio di droga in larga scala: in tutto 80 kg.

I tre hanno una bancarella di piante ad Ancona ed erano da tempo tenuti d’occhio dagli investigatori. Poi il blitz, dopo numerosi appostamenti e pedinamenti. Gli agenti dell’Antidroga hanno trovato piante di marijuana ovunque: 20 alte circa 2,50 metri e 42 piante alte circa 1,50 metro, in un appezzamento di terreno pertinente all’abitazione, una serra allestita su un terrazzo, con 52 piante alte meno di un metro che appena cresciute sarebbero state piantate nell’appezzamento, e infine quasi 2 kg di marijuana già essiccata in un’intercapedine in casa.