Cultura del cibo: protocollo tra Regione Marche, Slow Food e Assam

Anna CasiniANCONA – Approvato dalla giunta, su proposta dell’assessore all’agricoltura e all’alimentazione Anna Casini, il rinnovo del protocollo d’Intesa tra Regione Marche, Slow Food Marche e ASSAM per l’attuazione di un programma di attività volto a consolidare, sviluppare e valorizzare le politiche agricole locali e sostenibili e a promuovere la cultura del cibo e la sicurezza alimentare nelle Marche.

“Diamo continuità – spiega la Casini – a un’iniziativa già sperimentata con successo. Il protocollo d’intesa prevede che i tre enti firmatari, considerati i principi informatori di comune interesse, si impegnino ad operare in sinergia per realizzare iniziative per il sostegno e lo sviluppo di attività in grado di creare rapporti più diretti tra produttori e consumatori come la creazione di mercati contadini e di mercati locali. Allo stesso tempo il protocollo prevede progetti in difesa della biodiversità, delle piccole produzioni locali e dell’agricoltura familiare, la collaborazione nell’organizzazione di eventi per la diffusione delle conoscenze relative alle produzioni locali, tradizionali e della biodiversità, la diffusione della conoscenza delle produzioni attraverso l’educazione alimentare nei confronti dei consumatori ed in particolare dei giovani, anche in sinergia con le istituzioni scolastiche”.

In particolare il protocollo stabilisce che la Regione Marche e l’ASSAM individuino Slow Food Marche come interlocutore nella programmazione ed attuazione delle politiche inerenti l’agricoltura, la pesca, l’educazione alimentare e nella promozione della cultura alimentare. La Regione Marche, attraverso l’ASSAM, promuoverà la partecipazione istituzionale alle più importanti manifestazioni organizzate da Slow Food in ambito nazionale e internazionale (quali ad es. Salone del Gusto, Cheese e Slow Fish), al fine di valorizzare i prodotti e le produzioni agroalimentari di qualità della Regione. Slow Food Marche da parte sua si impegna a fornire il sostegno e la consulenza della associazione ad iniziative di valorizzazione del patrimonio enogastronomico e della cultura materiale locale che la Regione Marche e l’ASSAM intenderanno programmare e organizzare sul territorio regionale. Il protocollo d’intesa è un accordo di carattere generale che non comporta alcun onere a carico del bilancio regionale.