Corinaldo, cedimento delle mura: conclusa la fase di messa in sicurezza

0


La Regione affianco del Comune per tutti gli interventi necessari al ripristino delle mura castellane

CORINALDO – Il gravissimo cedimento nella cinta muraria di Corinaldo, nel tratto fra la Rotonda e la Torre del Calcinaro, rappresenta una sfida difficilissima che richiederà tutto l’impegno e la forza dell’Amministrazione Comunale, della Regione Marche e della comunità tutta.

In queste ore è in corso la conclusione della Fase 1 dell’emergenza, avviata oramai diverse settimane fase e coadiuvata con Vigili del Fuoco e Protezione Civile. Questa fase ha posto al centro la sicurezza e l’incolumità delle persone con la messa in sicurezza dell’area, avvenuta prima con la chiusura al traffico della strada sottostante e quindi con l’installazione di specifiche protezioni. Durante tutta questa fase nessuno è mai stato in pericolo.

Ora, con l’imminente demolizione controllata del fabbricato soprastante (previsto per la serata del 19 febbraio), si avvia la nuova fase di gestione e messa in sicurezza del patrimonio circostante il cedimento. Passaggio fondamentale e conseguente, per evitare ulteriori danni alle strutture e ai beni culturali circostanti.

Questa mattina l’Assessore Regionale Stefano Aguzzi ha effettuato un sopralluogo puntuale, accompagnato dal sindaco Matteo Principi, sottolineando la vicinanza della Regione e la disponibilità ad affiancare Corinaldo in tutto e per tutto nel percorso di ripristino.

Una volta conclusa la fase di messa in sicurezza anche del patrimonio, come già annunciato in questi giorni, si darà seguito con somma urgenza alla fase di ripristino della falla, su cui i tecnici e i professionisti incaricati stanno già definendo il tipo di intervento da attuare, forti anche della disponibilità della Regione Marche ad affiancare Corinaldo in questo percorso.

Non appena chiarito l’intervento e quindi progettato nella sua realizzabilità, verranno attivati tutti gli strumenti condivisione e comunicazione con la comunità per illustrare nei dettagli lo stato dell’arte e l’intervento previsto.