Cingoli, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti: arrestato un 24enne

42

CINGOLI – Ieri 17 aprile, i Carabinieri della Stazione di Cingoli hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 24enne di Cingoli, persona già nota alle forze di polizia per i suoi precedenti di polizia.
L’ipotesi di reato contestata è la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con la recidiva reiterata, specifica e infraquinquennale.
Nel corso di ieri pomeriggio, alle ore 15.30 circa, una pattuglia della Stazione, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio e di prevenzione e repressione dei reati, mentre si accingeva a svolgere la verifica del suddetto giovane sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, ha accertato la presenza nei pressi dell’abitazione di un’autovettura condotta da un giovane 22enne residente in un paese dell’entroterra maceratese che in quel luogo appariva insolita e sospetta. Pertanto i militari hanno controllato l’automobilista trovandolo in possesso di due frammenti di hashish del peso complessivo di 5,4 grammi, verosimilmente acquistati proprio dal ragazzo agli arresti domiciliari. I carabinieri hanno eseguito immediatamente una perquisizione domiciliare nei confronti della persona agli arresti domiciliari che fin dalle prime battute ha dato riscontro ai sospetti dei militari.
Infatti nell’abitazione, all’interno di un mobile, è stata trovata una somma di denaro contante pari a 3.600,00 euro e nella credenza della cucina sono state rinvenute di n. 66 sigarette elettroniche confezionate con i relativi serbatoi contenenti liquido infuso di thc e di cannabis.
L’esito delle ricerche condotte sino a quel momento ha indotto gli operatori ad approfondire ancora di più le operazioni, estendendole anche alle pertinenze esterne dell’abitazione e per le quali si è reso necessario il fondamentale intervento di tutti i militari della Stazione nel frattempo sopraggiunti in ausilio della pattuglia.
La determinazione e la meticolosità dei Carabinieri ha dato i suoi frutti poiché nel corso delle accurate ricerche svolte nel giardino e nell’orto, in un anfratto tra la vegetazione, sono stati rinvenuti un borsone e una busta di carta al cui interno era nascosto un ingente quantitativo di droga e del materiale vario.
Nello specifico il giovane arrestato è stato trovato in possesso di 2 kg. di sostanza stupefacente del tipo marijuana, suddivisi in altrettante buste in cellophane trasparente, n. 125 panetti di sostanza stupefacente di tipo hashish di varie forme, dimensioni e peso per un totale di kg. 7,343, n. 1 bilancino di precisione e n. 1 coltello da cucina utilizzato per il taglio dei panetti di hashish. Inoltre l’indagato era in possesso anche di un telefono cellulare smartphone.
Tutto quello che è stato trovato è stato sottoposto a sequestrato penale. Nella circostanza il giovane automobilista è stato segnalato alla Prefettura di Macerata per la violazione amministrativa relativa all’uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, con conseguente ritiro della patente di guida, mentre la piccola quantità di hashish trovata in suo possesso è stata sottoposta a sequestro amministrativo.
I Carabinieri hanno avvisato dell’avvenuto arresto il Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata che ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa della fissazione dell’udienza di convalida. Dopo le formalità di rito il giovane arrestato è stato accompagnato al carcere di Ancona a disposizione dell’A.G. inquirente.
Il risultato conseguito dai Carabinieri della Stazione di Cingoli si colloca nell’ambito dell’incessante attività di contrasto al crimine, con particolare riferimento al fenomeno del traffico, dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, che viene condotta quotidianamente da parte dei militari della Compagnia di Macerata su tutto il territorio di competenza.