Cannabis e marijuana sui treni per Ancona, due stranieri arrestati dalla polfer

ANCONA – 2 persone arrestate, 5 denunciate a piede libero, 1810 identificati, 271 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie e di scorta a bordo di treni viaggiatori, 107 convogli scortati, 37 pattuglie lungo le linee ferroviarie. Questo il bilancio dell’attività posta in essere dagli uomini della Polizia di Stato del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo di Ancona nel corso della settimana appena trascorsa.

Nella notte dell’1 ottobre, Agenti del Settore Operativo di Ancona Centrale, nel corso di un servizio di scorta a lunga percorrenza a bordo di un treno viaggiatori, nella tratta Piacenza-Ancona, hanno tratto in arresto un cittadino brasiliano 32 enne perché trovato in possesso di 40,60 grammi di cannabis.

Da ulteriori accertamenti il giovane è risultato, inoltre, inammissibile sul territorio Shenghen già espulso dal territorio nazionale e già accompagnato alla frontiera di Fiumicino lo scorso mese di aprile.

Il 2 ottobre, personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Terni, impiegato in un servizio di scorta a bordo di un treno viaggiatori nella tratta Roma–Ancona, servizio predisposto ai fini di contrastare eventi delittuosi, ha tratto in arresto un giovane nigeriano 20enne trovato in possesso di un involucro contente kg. 1050 di marijuana occultato all’interno di una borsa. L’attenzione degli operatori è caduta sia sulla borsa modello femminile in possesso del giovane sia sul comportamento, alquanto agitato, alla vista degli operatori Polfer. E i sospetti si sono rivelati fondati.