Ascoli, Notae ad Solstitium. Il Barocco tra arte e musica

Il 21 giugno prossimo presso il chiostro del Museo Archeologico

ASCOLI PICENO – In occasione del solstizio d’estate e della Festa Europea della Musica, l’Associazione Culturale Medea in collaborazione con Radio incredibile, l’Istituto Musicale “Gaspare Spontini” e il Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, organizza per il 21 giugno alle ore 21,00 il concerto “NOTAE AD SOLSTITIUM – Il Barocco tra arte e musica”.
L’evento si terrà presso il chiostro del Museo Archeologico situato in piazza Arringo.
Il repertorio musicale prevede l’esecuzione di brani di G. Frescobaldi, G. F. Händel, J. A. Hasse, F. Cavalli, A. D. Phillidor, N. Porpora e A. Vivaldi.
Interpreti saranno il controtenore e flautista Nikos Angelis accompagnato al clavicembalo da Alessandro Buca.
L’esecuzione dei brani sarà intervallata dalla lettura di opere d’arte di Caravaggio, Pompeo Batoni e Jan Brueghel il giovane a cura di Nazzareno Menzietti.
Appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati, l’ingresso è libero.

Programma di sala:

“NOTAE AD SOLSTITIUM”
Il barocco tra arte e musica
INTRODUZIONE
Girolamo Frescobaldi (1583 – 1643), Toccate e partite d’intavolatura, Libro II, Roma 1627
Toccata II
Georg Friedrich Händel (1685 – 1759), Rinaldo, Londra 1711
“Venti, turbini, prestate”
Johann Adolf Hasse (1689 – 1783), Didone abbandonata, Dresda 1742
“Se resto sul lido”
PRIMO INTERMEZZO
Lettura dell’opera: Caravaggio, I Musici (1595), olio su tela., 87,9 x 115,9 cm
New York, Metropolitan Museum
Francesco Cavalli (1602 – 1676), Gli amori d’Apollo e di Dafne, Venezia 1640
“Misero, misero Apollo!”
Anne Danican Phillidor (1681 – 1728), Primier Livre de pièces pour la flûte traversière, flute à bec, violons et haut-bois avec la baße continuë, Parigi 1712
Sonate pur la flute à bec
Lentement – Fugue
Nicola Antonio Porpora (1686 – 1768) Or che una nube ingrata, III aria, Londra 1735
“Senza il misero piacer”
SECONDO INTERMEZZO
Lettura dell’opera: Pompeo Batoni, Apollo istruisce le Muse (1741 circa), olio su tela, 122 x 90 cm
Varsavia, Museo Nazionale
Georg Friedrich (1685 – 1759), Partenope, Londra 1730
“Furibondo spira il vento”
Georg Friedrich Händel (1685 – 1759), Rinaldo, Londra 1711
“Lascia ch’io pianga”
Georg Friedrich Händel (1685 – 1759), Rodelinda regina de’ longobardi, Londra 1725
“Vivi, tiranno!”
TERZO INTERMEZZO
Lettura dell’opera: Jan Brueghel il giovane, Allegoria dell’udito (1645 – 1650 circa), olio su tela, 57 x 82, 5 cm
Ginevra, collezione privata
FINALE
Antonio Vivaldi (1678 – 1741) Orlando finto pazzo, Venezia 1714
“Anderò, volerò, griderò”