Ancona, Università: il 16 ottobre inaugurazione di Polytechne Agraria

Alla Facoltà di  Agraria in Aula Magna, l’artista Giorgia Severi presenterà la sua opera sul suolo, risorsa non rinnovabile

ANCONA – Mercoledì 16 ottobre, alle ore 11:00, si terrà l’inaugurazione del progetto Polytechne – la mostra diffusa della Politecnica – nella nuova sede di Agraria in Aula Magna D3A, nel Polo Alfredo Trifogli (Monte Dago). Saranno presenti il Rettore Sauro Longhi, il Direttore del Dipartimento Nunzio Isidoro, il prof. Paolo Clini coordinatore della mostra, il curatore Valerio Dehò e l’artista Giorgia Severi.

La caratteristica del progetto Polytechne, con cui l’Università Politecnica delle Marche celebra i 50 anni dalla sua fondazione, non è una semplice mostra d’arte ma un evento culturale che getta un ponte tra a cultura scientifica e la ricerca estetica. Il progetto viene articolato nelle 5 aree universitarie (Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Scienze) e quindi non si tratta di un’esposizione d’arte ma di un evento che collega arte e artisti contemporanei alle discipline espresse dalle singole facoltà.

All’inaugurazione del 16 ottobre, con visita guidata alle opere presenti nella sede di Agraria, sarà presente anche l’artista Giorgia Severi per presentare la sua opera Earth Now 42°03’38.79”N 14°06’45.81”E (nella foto una rappresentazione del suo progetto). Il lavoro trae ispirazione dalle ricerche che il Dipartimento Scienze del suolo ha svolto nel 2007 nel Parco Nazionale della Majella, un progetto che ha portato feedback conoscitivi sulla relazione tra suolo e cambiamenti climatici studiando le aree sommitali del parco nazionale abruzzese. L’installazione video intitolata Earth Now vuole essere un focus sul suolo come risorsa non rinnovabile se non in tempi geologici lunghissimi, che è soggetta a veloce erosione, inquinamento, consumo della superficie fertile per azione antropica e cambiamenti climatici, scioglimento dei ghiacciai ed innalzamento delle temperature. Il titolo infatti vuole esprimere il concetto di live on streaming, una sorta di archiviazione di un paesaggio che non vedremo più.

Nel pomeriggio presso l’Aula Azzurra (Edificio Scienze 3) alle ore 15.00 è in programma una nuova performance “L’immagine della scienza, l’immagine dell’arte” con il curatore della mostra Valerio Dehò.

PROSSIMI EVENTI
– 24 ottobre 2019 Aula Azzurra, ore 11.00: Arte e blockchain, presentazione del progetto “NAO Non-fungible Art Order”. Introduce il prof. Franco Chiaraluce. Relatore Alessandro Mario Lagana Toschi, esperto di blockchain e membro del board di Decentra Accademia dei registri Distribuiti.
– 30 ottobre 2019, Agraria, ore 15.00 evento conclusivo di Polytechne: convegno-dibattito su Leonardo “tra Arte e Scienza” relatrice prof.ssa Monica Azzolini del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione di Unibo. Segue tavola rotonda con il prof. Paolo Clini, il prof. Roberto Cresti e il curatore di Polytechne Valerio Dehò.
In questa occasione verrà presentato il video sulla mostra realizzato da Michele Alberto Sereni e il lavoro audiovisuale “Infinite spaces” (25 m.) del compositore e docente di conservatorio Alessandro Petrolati che utilizza suoni sintetizzati e materiale sonoro della missione Apollo 11.