Ancona, oggi il Convegno “Il Tempo della Cura” su piattaforma digitale

7

 

E’ organizzato da Casa Accoglienza “Dilva Baroni” in occasione della Giornata mondiale del malato

ANCONA – Curare e prendersi cura di un malato non sono sinonimi, ma sono elementi complementari e necessari per un approccio completo ad una guarigione che non sia solo la guarigione del corpo.

Casa Accoglienza “Dilva Baroni” odv, insieme ad AVULSS Ancona odv e al Centro “HETA” aps, ed in collaborazione con la Fondazione “Ospedali Riuniti di Ancona” Onlus, ne discuterà durante il convegno Il Tempo della Cura, che si svolgerà su piattaforma digitale oggi, giovedì 11 febbraio 2021, a partire dalle ore 17,30. L’iscrizione al convegno è gratuita e può essere effettuata attraverso il link https://forms.gle/8vm5PCbKy84ey5tY9 o chiamando il numero 331.6001574

“In occasione della Giornata Mondiale del Malato – ha dichiarato il Presidente di Casa Accoglienza “Dilva Baroni”, Claudio Pierini – attraverso questo convegno vogliamo sottolineare un bisogno che nasce proprio dalle persone che devono curarsi in ospedale. A fronte di una tecnologia medicale molto avanzata, non corrisponde lo stesso livello di progresso nel rapporto tra struttura ospedaliera e malato. Al di là della gentilezza e della cortesia che può essere espressa dal singolo medico, spesso malati e famiglie sentono una lontananza con i medici sotto il profilo empatico. L’incontro serve, dunque, per riaffermare che un malato va certamente curato, ma anche accolto ed ascoltato: noi volontari lo facciamo, ma non basta. Tutti dobbiamo rompere, facendo nostra la cultura dell’accoglienza, il silenzio che di solito accompagna una malattia”.

Gli interventi tratteranno ogni sfaccettatura dell’argomento.

La dottoressa Angela Genova, ricercatrice presso il Dipartimento di Economia Società Politica dell’Università di Urbino Carlo Bo, insegnante di Politiche Sociali e Politiche per la Salute, parlerà della differenza tra “prendersi cura e curare”, il dottor Emanuele Re, psicologo dell’associazione MutaMenti, descriverà la figura fondamentale di un professionista ancora poco noto, il “caregiver”. L’oncologa della clinica di oncologia degli Ospedali Riuniti di Ancona, dottoressa Giulia Marcantognini entrerà nel meccanismo dei rapporti di collaborazione tra ente ospedaliero, territorio e famiglia al termine del periodo di ospedalizzazione, mentre dei cortocircuiti delle relazioni familiari in momenti di crisi e malattia si occuperà la psicoterapeuta-psicoanalista di Centro Heta e Dora.news, dottoressaGiuliana Capannelli.

L’importanza di portare speranza al malato, in un momento di estrema fragilità sarà l’argomento conclusivo di Sua Eccellenza Mons. Angelo Spina, Arcivescovo di Ancona – Osimo.

Il Convegno “Il Tempo della Cura” è un’attività realizzata all’interno del progetto

“Accoglienza, ascolto e supporto psicologico: una rete a sostegno di malati e familiari” finanziato dalla Regione Marche con risorse statali del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali.