Ancona, conferenza su Pietro Nenni a quarant’anni dalla scomparsa

Il 23 gennaio ,presso il Museo della Città, verrà ricordato il leader del socialismo italiano  e presentato il libro “Pietro Nenni e la Grande Guerra” di Antonio Tedesco

ANCONA – Giovedì 23 gennaio, alle ore 16.00, ad Ancona nella sala conferenze del Museo della Città di Ancona (ingresso Via della Pescheria), si terrà una conferenza organizzata dalla Fondazione Nenni di Roma e dal Circolo “Pietro Nenni” di Ancona, con il patrocinio del Comune di Ancona, sul tema :“PIETRO NENNI, L’UOMO DEL NOVECENTO” a quarant’anni dalla scomparsa.

Il 1 gennaio 1980 moriva Pietro Nenni, il leader del socialismo italiano per quasi sessant’anni. Nato ancora nell’800, la vita di Nenni ha attraversato quasi tutto il cosiddetto “secolo breve”.

La sua azione è stata determinante nella politica italiana dall’inizio del secolo sino almeno agli anni ’70 del Novecento, grazie ad una longevità anagrafica e politica che gli ha consentito di vivere in prima persona lo scorrere della Storia, tentando sempre di svolgere un’iniziativa volta a difendere gli interessi dei lavoratori, degli ultimi, secondo la sua famosa massima che “il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro”.

Spesso vengono citate le sue ultime parole, scritte alla vigilia della morte: “tutto è in questione, tutto è posto di fronte all’alternativa di rinnovarsi o perire, ma quando tutto sembra decadere e perire, quello è il momento di ricominciare tutto da capo”.

Per la sinistra del XXI secolo che deve confrontarsi con problemi epocali, come i mutamenti climatici con i conseguenti rischi di grandi migrazioni di popoli alla ricerca delle risorse per sopravvivere, l’innovazione tecnologica che muterà sempre più il lavoro e il modo di vivere delle persone, i rischi di proliferazione di guerre economiche che spesso degenerano in veri e propri conflitti armati, è questo l’insegnamento attuale di Nenni: l’invito a osare, a rimettersi in discussione, a elaborare nuove strategie per il futuro, avendo come come finalità irrinunciabile la lotta contro le ingiustizie sociali, le discriminazioni tra le persone, le compressioni della libertà e della democrazia.

Saranno presenti le nipoti del leader socialista.