A Urbino la presentazione del calendario 2017 “un Giappone -Appunti di bellezza: Nippon no bi, Urbino no bi”

91

URBINO – Lunedì 23 gennaio alle ore 17, nella sede del Circolo Cittadino (Piazza della Repubblica) si tiene la presentazione del Calendario 2017un Giappone -Appunti di bellezza: Nippon no bi, Urbino no bi” della fotografa Paola Ghirotti.  Durante la presentazione l’autrice presenterà una serie estesa di immagini esclusive che mettono a confronto costumi, volti, atmosfere e storie, fra Oriente e Occidente.

I calendari realizzati da Paola Ghirotti sono da anni un appuntamento fisso per gli amanti del Giappone e della fotografia.  Sono richiesti da amatori e da collezionisti per la qualità delle immagini ma anche per la veste grafica, sempre di alta qualità: quest’anno a cura degli studenti dell’ISIA di Urbino  con ottenimento dei crediti liberi, su progetto del designer Roberto Steve Gobesso e di Paola Ghirotti.

Il calendario del 2017 è stato realizzato selezionando immagini che sono accostamenti tra il Giappone e Urbino, soprattutto tra i matsuri, le feste tradizionali giapponesi e la festa del Duca. Fanno parte di una lunga ricerca culminata nel 2001 con la personale  Coincidenze, Italia no bi Japan no bi ,  tenutasi al Museum of Fine Art di Gifu in Giappone.  La presentazione del 23 gennaio è organizzata dal Circolo Cittadino di Urbino in collaborazione con Urbino International Centre (UIC).

Il Circolo Cittadino di Urbino, il cui presidente è l’avvocato Lorenzo Tempesta, è sempre stato un luogo di enorme vitalità per la città di Urbino. Al suo interno una targa ricorda il Magnifico Rettore Carlo Bo, che lo frequentava assiduamente. E’ del 16 febbraio 1868 l’articolo apparso sul giornale La Voce dell’Appenino dove viene riportata la notizia della sua fondazione come il Gabinetto della Lettura.

Il Calendario “unGiappone”  per il 2017  è un omaggio alla manifestazione omonima ideata  in occasione dei 150 anni dei rapporti diplomatici tra Giappone e Italia nella città di Urbino, il rimando è a due personaggi storici:  Federico da Montefeltro, Duca di Urbino,  una delle più celebri figure del Rinascimento italiano: raffinato mecenate e abile condottiero.  Oda Nobunaga, iniziatore della riunificazione del Paese dopo un periodo di completa anarchia durato quasi un secolo (1482-1568, Sengoku jidai, Periodo degli Stati Combattenti). Oda è stato un uomo nuovo nella storia del Giappone e forse il più puro rappresentante del periodo Azuchi Momoyama, conosciuto anche come Rinascimento giapponese.

Paola Ghirotti vive e lavora tra Roma e Urbino, è membro dell’AISTUGIA, Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi. Ha un vasto archivio in analogico sul Giappone, da quasi trenta anni luogo di elezione della sua ricerca fotografica, sull’Italia, la Cina e il Marocco.  Nel 1991, con lo studio Kaleidos, ha realizzato Animula vagula, blandula, multivisione tratta da Le memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, primo premio al Media Save Art ’91.

Ha collaborato alla realizzazione del video didattico della mostra ‘Il Giappone prima dell’Occidente’, tenuta al Palazzo delle Esposizioni a Roma, curato le pubbliche relazioniper il Raku Museum di Kyoto, in occasione della mostra Raku: una dinastia di ceramisti giapponesi, ha curato e coordinato Mistero Giappone, quaderno speciale di Limes, rivista di geopolitica.  A oggi, risulta essere l’unica fotografa professionista italiana recatasi nel Tohoku poche settimane dopo il disastro del marzo 2011. Per la solidarietà dimostrata verso le popolazioni del Tōhoku colpite dalla tragedia, ha ricevuto un attestato di  ringraziamento dall’Ambasciatore del Giappone in Italia.

E’ del 1995 la pubblicazione del volume  “un Giappone”  e unGiappone è diventato il marchio registrato con il quale Paola Ghirotti veicola il suo archivio fotografico, realizzato soprattutto in pellicola, i suoi scritti, i suoi studi, le sue ricerche sulla fotografia.