Urbino, il cardiologo arrestato respinge le accuse

URBINO – “E’ tranquillo e respinge tutte le accuse” il cardiologo di 68 anni, ex primario di Medicina a Sassocorvaro arrestato dai carabinieri di Urbino per presunti abusi sessuali su nove pazienti, due delle quali minorenni, durante visite mediche in ambulatori di due cliniche private estranee alla vicenda. A riferirlo è il suo legale, Mauro Gregorini, secondo cui il medico, pur scosso dall’arresto, è “sereno”, ritiene di essere innocente, di essersi comportato in maniera professionale.

La difesa è in attesa della notifica per l’interrogatorio di garanzia: “lunedì o martedì” il cardiologo comparirà davanti al gip Egidio de Leone che ha firmato la misura degli arresti domiciliari, chiesta dal pm Irene Lilliu, eseguita dai militari di Piandimeleto, Sant’Angelo in Vado e Urbino. Per l’accusa, avrebbe molestato le pazienti con la ‘scusa’ di dover controllare il polso dell’arteria femorale. La difesa, però, confida di dimostrare che si trattava solo della pratica di un medico scrupoloso.