TAU, Teatri Antici Uniti torna l’appuntamento a Corinaldo

Santa Maria in PortunoCORINALDO – Si rinnova per il ventesimo anno consecutivo l’appuntamento estivo con il TAU/Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico coniugante beni e attività culturali. L’edizione 2018, dal 29 giugno al 13 agosto, presenta ventitré appuntamenti ospitati in luoghi suggestivi di grande fascino. Appuntamento a Corinaldo il 15 luglio nell’Area Archeologica Santa Maria in Portuno.

Una rassegna che coinvolge il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Marche, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, AMAT e i Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Corinaldo, Cupra Marittima, Fabriano, Falerone, Fano, Grottammare, Macerata, Matelica, Monte Rinaldo, Pesaro, San Severino Marche, Urbisaglia.

“Continua nel solco di una tradizione ormai consolidata la rassegna TAU a Corinaldo – la presentazione dell’assessore alla Cultura Giorgia Fabri – Una rassegna che consente di rivivere l’antica consuetudine degli spettacoli pubblici: cittadini e attori immersi in uno scenario senza tempo dove la bellezza dei luoghi si sposa con il fascino della letteratura.

Parole antiche che hanno il compito di valorizzare meravigliosi siti culturali e di tenere desto l’interesse che il teatro e la letteratura ancora rivestono nella nostra civiltà. Un’opportunità, un prestigioso circuito e una progettualità sinergica dell’Amat a cui Corinaldo è orgoglioso di afferire. Un atto culturale di grandissima qualità che ci consente di accrescere la nostra coscienza cittadina di essere un vero e proprio luogo immerso nella storia e di bellezze riposte tra natura e cultura”. 

Il 15 luglio il TAU sarà presente a Corinaldo (Area Archeologica Santa Maria in Portuno) con La storia di Antigone. Favola in musica per cornacchie, cani selvatici, maledizioni, tiranni, sepolcri & fanciulle in fiore. Anita Caprioli, attrice sensibile e colta, si cimenta in una rilettura dell’Antigone attraverso il testo della scrittrice scozzese Ali Smith, scelto da Alessandro Baricco come una delle storie “da salvare”, in un perfetto connubio con le melodie del cantante e musicista Didie Caria. “Uno spettacolo delicato di un attrice colta e sensibile come Anita Caprioli  che si trasforma in una decisa pennellata di femminilità. “La storia di Antigone” è una favola in musica che rimane, ancora oggi, una straordinaria storia di emancipazione femminile”, conclude l’assessore Fabri.

Inizio spettacoli: ore 21.30. Informazioni e biglietteria: AMAT e biglietterie del circuito 071 2072439, call center 071 2133600, www.amatmarche.net, vendita on line su www.vivaticket.it.