San Severino, verrà messa in sicurezza e richiusa la voragine apertasi a piazza Del Popolo

17

SAN SEVERINO MARCHE – Verrà richiusa la falla sull’asfalto stradale tra il marciapiede pedonale e la piattaforma di piazza Del Popolo a San Severino Marche apertasi a poche ore dall’apertura del cantiere per il restauro post terremoto di palazzo Valentini mentre l’impresa esecutrice dei lavori, la Cesedil Soc. Coop., stava predisponendo l’installazione di una grossa gru.
Gli operai hanno immediatamente dato l’allarme evitando provvidenzialmente il cedimento del terreno. Le operazioni di verifica successive, seguite dal responsabile della sicurezza del cantiere e dai responsabili dell’ufficio Manutenzioni e dell’ufficio Tecnico del Comune con diversi sopralluoghi anche da parte del sindaco, Rosa Piermattei, hanno portato a scoprire nel sottosuolo grotte chiuse da tempo, probabilmente ex ghiacciaie, parzialmente ricoperte da terreno che però è stato dilavato dalle acque di alcune caditoie stradali fino a creare vuoti superficiali che nelle ultime ore hanno improvvisamente ceduto.
L’impresa affidataria del cantiere nelle ultime ore ha lavorato per liberare il sottosuolo da diversi metri cubi di terreno e per la rimozione delle grotte che verranno interrate da nuovo materiale inerte che consentirà di mettere in sicurezza e chiudere il profondo cratere che misura circa 20 metri quadrati di ampiezza per una profondità di almeno quattro metri. Solo successivamente verrà riposizionato il manto d’asfalto e sarà consentita di nuovo la viabilità sulla parte della piazza, lato destro, attualmente chiusa al traffico. Nel frattempo proprio in queste ore saranno eseguite prove di tenuta ed effettuate ulteriori analisi tecniche sull’area cantiere che interessa il tratto a ridosso di palazzo Valentini, edificio del XVIII secolo gravemente danneggiato dal sisma del 2016.
Sindaco e tecnici anche questa mattina hanno effettuato l’ennesimo sopralluogo. Nelle prossime ore si deciderà anche il riposizionamento della grossa gru che, per il momento, resta poggiata sulla piattaforma di piazza Del Popolo.