San Severino, Memorial “Albino Ciarapica”: trionfa la squadra rossa

SAN SEVERINO MARCHE – Una grande festa di sport ma anche un momento unico per stare insieme e condividere la passione per il volley che, a San Severino Marche, ha reso famosi nel mondo sia coach che giocatori.
Anche quest’anno il palasport comunale ha ospitato il Memorial “Albino Ciarapica”, appuntamento giunto alla seconda edizione, dedicato a una figura che ha dato un impulso determinante alla pallavolo settempedana e a cui il palas è stato poi intitolato. Promossa dall’associazione sportiva dilettantistica San Severino Volley, con la collaborazione del Comune di San Severino Marche, la manifestazione sportiva ha visto primeggiare la squadra rossa nella sfida con altri team che ha coinvolto atleti e atlete dei gruppi under 13, under 14 e under 16 della stessa società settempedana.

Quattro le squadre che si sono contese il Memorial “Albino Ciarapica” sotto la direzione tecnica dei coach Lorenzo Muscolini e Alessandra Meschini. Presenti alla manifestazione anche gli allenatori Andrea Nardi e Roberto Vagni e le giovanissime Alessia Lullo, Francesca Paoloni e Giulia Vecchi, fresche Smart Coach. A supporto dei tecnici anche Clelia Mennichelli, nelle vesti di arbitro. Alle premiazioni finali sono intervenuti anche l’assessore comunale allo Sport, Paolo Paoloni, e il presidente del volley settempedano, Cesare Martini.
Dopo circa due ore di gioco la squadra Rossa, formata da Francesca Plesca, Sofia Orfelli, Benedetta Cardelli, Sara Amico, Martin Mosciatti, Ludovico De Angelis e Robert Ashiku, è riuscita a prevalere sulle altre.
Questo l’elenco deli altri atleti partecipanti al torneo: Chiara Tiburzi, Alice Ciccarelli, Agnese Verdinelli, Andrea Labracciotti, Manuel Mosciatti, Alessandro Zamponi, Davide Francioni, Veronica Marozzi, Alessandra Uncini, Cecilia Calzolari, Ilaria De Angelis, Lorenzo Buttafuoco, Gianluca Minocchi, Diego Marinelli, Giovanni Marcantonelli, Agnese Bisonni, Ludovica Del Pupo, Alessia Ciriaci, Maria Adele Meschini, Tommaso Taborro, Maria Maponi e Alessandro Aringolo.