San Severino, attivato lo Sportello telematico polifunzionale

39

Il sindaco Piermattei: “Accorciamo le distanze, siamo tra i primi in regione”

SAN SEVERINO MARCHE – Ambiente, servizi demografici, servizi sociali, tributi e ragioneria, alloggi Erp, polizia locale e mobilità, servizi cimiteriali, servizi scolastici e per l’infanzia, tempo libero, sport e cultura, patrimonio, concorsi e assunzioni, attività produttive, Protezione civile e volontariato, edilizia e molto altro ancora: tutto a portata di clic.
Il Comune di San Severino Marche ha ufficialmente aperto, tra i primi enti locali della regione, lo Sportello telematico polifunzionale cui si può fin da ora accedere, 24 ore su 24 e tutti i giorni della settimana, collegandosi al seguente link diretto https://istanze.comune.sanseverinomarche.mc.it/
Grazie allo stesso sarà possibile inviare pratiche, richieste e segnalazioni all’ente.
“Si tratta di un nuovo servizio molto utile per l’utenza. Siamo tra i primi Comuni delle Marche e del Maceratese ad averlo attivato – ha sottolineato il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, durante la presentazione svoltasi in modalità webinar – Lo Sportello telematico polifunzionale, che permetterà di accorciare le distanze tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini che non dovranno più recarsi fisicamente negli uffici, vuole essere una rivoluzione ma graduale perché comprendiamo bene che per molte persone sarebbe difficile un passaggio imposto. La nostra struttura comunale continuerà ad essere a disposizione ma migliorerà, grazie a questo nuovo strumento, il dialogo e velocizzerà il lavoro. Durante il lockdown e l’emergenza sanitaria imposta dal Covid-19 avevamo già attivato la modalità a distanza per richiedere e ricevere le pratiche anche se i dipendenti comunali sono stati sempre e puntualmente presenti per supportare l’utenza, molte volte fatta da persone anziane. La struttura proseguirà su questo percorso. Lo strumento, che ripeto è utilissimo – ha poi concluso il primo cittadino settempedano – migliorerà questo rapporto velocizzando, per molti, le cose”.
Per inoltrare le pratiche direttamente utilizzando il nuovo strumento è necessario autenticarsi tramite Spid, carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi. Tuttavia, chi non fosse in possesso di questi schemi di identificazione, potrà comunque scaricare la modulistica, compilarla e infine inviarla al Comune attraverso i canali istituzionali abituali. Ovviamente tutti gli uffici comunali saranno a disposizione degli utenti che necessiteranno di chiarimenti sia per la compilazione della modulistica che per l’utilizzo di questi nuovi strumenti.
All’interno del portale sono stati inseriti anche dei procedimenti che non sono di competenza diretta del Comune; per questi sono presenti tutte le informazioni per il cittadino ed i riferimenti ai siti delle amministrazioni di riferimento.
Lo Sportello telematico polifunzionale permetterà infine al cittadino di disporre di un’area personale contenente lo storico di tutte le pratiche presentate nel corso degli anni, raccolte in un formato facilmente consultabile.