Resistenza, violenza e lesioni a PU: arrestato 21enne straniero a Civitanova

22

Polizia

L’uomo durante una lite aveva  spruzzato in viso dello spray urticante a due giovani e aveva poi aggredito i poliziotti intervenuti

CIVITANOVA MARCHE – Verso le ore 02.30 di oggi, la “Volante” del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitanova Marche è intervenuta in lungomare Piermanni dove era stata segnalata una lite tra più persone. Sul posto i poliziotti identificavano le parti coinvolte, due giovani di 19 e 21 anni, i quali riferivano di essere stati aggrediti senza apparente motivo da due cittadini, di cui uno extracomunitario, che aveva loro spruzzato in viso dello spray urticante. Le due vittime indicavano ai poliziotti l’autore del fatto che, ancora presente sul posto, veniva accompagnato in Commissariato dove veniva identificato per un giovane di origini tunisine di 21 anni, regolarmente soggiornante, residente in provincia. La perquisizione del giovane consentiva di rinvenire una bomboletta spray urticante che veniva sequestrata.
I due giovani colpiti dalle esalazioni urticanti riferivano di essere venuti a diverbio per   futili motivi con il ragazzo tunisino all’interno di un locale di Civitanova Marche . Una volta usciti all’esterno, il ragazzo tunisino, in compagnia di un amico, li aveva raggiunti spruzzando contro di loro dello spray urticante. I due soggetti aggrediti tentavano di fuggire a piedi ma nell’occorso uno dei due cadeva a terra e veniva raggiunto dagli aggressori che lo malmenavano utilizzando nuovamente lo spray urticante. I due ragazzi accompagnati presso il locale Pronto Soccorso per le cure del caso venivano giudicati guaribili in alcuni giorni. Il ragazzo tunisino, accompagnato presso gli uffici del Commissariato, in stato di alterazione psicofisica, manifestava comportamenti oltraggiosi e minacciosi nei confronti degli Operatori uno dei quali riportava lesioni. Il citato giovane veniva pertanto tratto in arresto poiché ritenuto responsabile dei reati di resistenza, e violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Tale attività rientra, più in generale, nell’ambito dei potenziati servizi di controllo del territorio svolti delle Forze dell’Ordine a seguito di specifiche sedute del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.