PuliAMO Recanati, risposta positiva dei cittadini

14

Partecipazione attiva e grande entusiasmo ha contraddistinto l’iniziativa di volontariato ambientale con raccolta di rifiuti nelle diverse aree della città

RECANATI – Grande successo dell’iniziativa “PuliAMO Recanati” la tre giorni di volontariato dedicata all’ambiente che ha visto la partecipazione di numerosi gruppi di cittadini e famiglie recanatesi che dotati di sacchetti per la differenziata, mascherine e guanti messi a disposizione dal Comune, si sono impegnati nella raccolta di rifiuti nelle diverse aree della città. Una grande partecipazione collettiva che ha raccolto i rifiuti lasciati in giro, per vie e parchi, lungo le scarpate o sui cigli delle strade, tra i volontari il Vice Sindaco Mirco Scorcelli, e gli Assessori Michele Moretti e Paola Nicolini.

“Una importante iniziativa di sostenibilità ambientale e impegno civile per promuovere il tema della raccolta differenziata e della pulizia della città” – ha dichiarato il Vice Sindaco Mirco Scorcelli – soprattutto quest’anno in cui l’epidemia da Coronavirus ha causato un aumento del numero dei rifiuti abbandonati come le mascherine e i guanti in lattice . Viviamo in una città meravigliosa, ricca di bellezza, di arte e di storia, liberarla dai rifiuti è un piccolo gesto che se fatto tutti insieme ha un grande peso e ci fa apprezzare con maggiore consapevolezza il tesoro di cui siamo custodi”
Numerosi i siti identificati e che sono stati ripuliti dai volontari in particolare a Montefiore, a Castelnuovo, al Duomo, lungo la Bretella Paolina, nella zona sotto il palazzo Comunale intorno allo sgambatoio, lungo le scarpate che circondano le mura, nella zona tra l’Itis e il cimitero, presso l’area del giardino delle Parole Interrotte, tra via Vogel e Piazzale Piacentini.

“Un’azione concreta svolta tutti insieme all’aria aperta a tutela dell’ambiente – ha detto l’Assessore all’Ambiente Michele Moretti – sono state tre giornate speciali che malgrado il tempo non proprio ottimale, con l’aiuto del Cosmari, dei volontari della Protezione civile, dei degli ospiti dello S.p.r.a.r. (sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) e dei tanti cittadini e cittadine che hanno partecipato, sono state raggiunte varie zone della città alla ricerca di rifiuti abbandonati, che sono davvero tanti e nei loghi più vari. Con piacere si è registrata anche la partecipazione di bambini e bambine accompagnati dai loro familiari e la bellissima iniziativa Castelnuovo Eco Day che nell’ambito delle giornate di PuliAmo Recanati ha completamente sistemato, con l’aiuto del comune il cuore verde del rione, “la Villa di Castelnuovo” tornato a servizio della popolazione. Siamo sicuri che queste manifestazioni elevano il senso civico, e contribuiscono a far diminuire la quantità di rifiuti abbandonati. La strada sarà lunga perché le brutte abitudini sono difficili da eliminare ma la nostra Amministrazione crede nelle buone pratiche e nella ricerca in comune degli strumenti più efficaci per diffondere l’amore per l’ambiente e per elevare il senso civico.”

“PuliAmo Recanati non ha solo un valore ambientale ma molto di più, è servita a rinsaldare legami di appartenenza al territorio e di collaborazione tra persone. – ha dichiarato l’Assessora ai Servizi Sociali Paola Nicolini – La partecipazione attiva è uno strumento di crescita sociale, soprattutto indica un modello di convivenza civile ai più piccoli. Un’esperienza che senz’altro rinnoveremo. Siamo grati a quanti e quante hanno entusiasticamente lavorato per far più bella la nostra comunità”

I rifiuti raccolti sono stati conferiti in diverse aree organizzate in collaborazione con il Cosmari.