Porto Recanati, ricettazione: denunciati due giovani

37

pattuglia carabinieri

PORTO RECANATI – Questa mattina i militari della Stazione Carabinieri di Porto Recanati, al termine di accertamenti e verifiche, hanno deferito alla Procura della Repubblica di Macerata due cittadini stranieri, un ventiseienne nigeriano ed un ventiquattrenne gambiano, responsabili in concorso di ricettazione. I fatti risalgono alle prime ore del pomeriggio di ieri quando, una donna portorecanatese si accorge che durante la notte era stata rubata la sua Peugeot 307 che aveva lasciata parcheggiata sotto casa in località Scossicci, quindi chiama i carabinieri ed iniziano le ricerche che vengono diramate su tutto il territorio, fino a quando, intorno alle ore 18.00 circa, il veicolo viene segnalato aggirarsi nei pressi del condominio multietnico Hotel House.

Le pattuglie si sono quindi dirette sul posto e hanno trovato effettivamente l’autovettura trafugata con i due cittadini stranieri a bordo che, prontamente bloccati ed identificati, sono risultati entrambi irregolari sul territorio nazionale, inottemperanti al decreto di espulsione del Prefetto ed ordine del Questore di Macerata, privi di qualsiasi documento, quindi, deferiti per violazione del testo unico sull’immigrazione (d.lgr. 286/98 e s.m.i.) e per la ricettazione del veicolo in concorso (artt. 110 e 648 c.p.), oltre ad essere stati sanzionati ai sensi dell’articolo 4 del decreto legge 19/2020 relativo alle misure di contenimento del contagio da covid-19, naturalmente nella misura aggravata dall’uso dell’autovettura, poi restituita alla proprietaria.

Nell’ambito dello stesso servizio, durante lo svolgimento delle ricerche, è stato altresì rintracciato un ventenne di Loreto che, noncurante del foglio di via obbligatorio emesso nei suoi confronti dal Questore di Macerata, girava indisturbato sulla via Salvo d’Acquisto di Porto Recanati, peraltro senza fornire valida e plausibile giustificazione.

Ulteriori controlli sul litorale hanno consentito ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di denunciare all’Autorità Giudiziaria maceratese per ricettazione anche un quarantaduenne tunisino trovato ieri in possesso di due portafogli con documenti, alcune carte di debito e fidelity card, due paia di occhiali, un borsello ed altri piccoli oggetti, risultati rubati nei giorni scorsi a bordo di diverse autovetture sul lungomare nord ed in località Fontespina del comune di Civitanova Marche.

Gli accertamenti sui documenti hanno reso facile il lavoro degli investigatori, sono riusciti a rintracciare gli intestatari e restituire loro il maltolto, anche se sono ancora in corso ulteriori accertamenti per risalire ai titolari delle carte bancomat e fidelity card.