Pesaro, Scuole sicure: screening dal 4 marzo per le superiori e le medie

21

Lo rende noto il sindaco sottolineando che ,se la  Regione ha bocciato la mozione sui test antigenici gratuiti per  studenti e personale , il Comune va avanti.Il Programma

PESARO – Dopo un altro no della Regione Marche, il Comune di Pesaro  annuncia il secondo giro di screening agli studenti pesaresi. «È davvero incredibile che si ostinino a non programmare tamponi veloci per la scuola nonostante centinaia di migliaia di tamponi acquistati. Il Comune è costretto, di nuovo, a sostituire la Regione per fare i tamponi veloci agli studenti e agli operatori scolastici, anche alle scuole medie», è il commento del sindaco Matteo Ricci dopo la bocciatura in consiglio regionale della mozione sui test antigenici gratuiti per tutti gli studenti e il personale negli edifici scolastici.

«La scuola non deve richiudere ma andare avanti in sicurezza, come il premier Draghi ha dichiarato. Nonostante la proposta di buon senso di Andrea Biancani, Micaela Vitri e tanti altri, la giunta regionale inspiegabilmente continua a dire no e non ci fornisce nemmeno i tamponi disponibili».

Il secondo turno di screening inizierà giovedì 4 marzo, «faremo ancora da soli per tutti coloro che studiano a Pesaro nelle scuole superiori e il pomeriggio anche per i ragazzi delle scuole medie e per i loro genitori. Bisogna rendere periodico il controllo, almeno mensile, per aumentarne l’efficacia. Andrebbe fatto in tutta la Regione e in tutta Italia». Al fianco dell’Amministrazione ci saranno ancora Ail e Croce Rossa, ulteriori informazioni verranno fornite nei prossimi giorni.

Per concludere, lo sport: «Vogliamo studiare la possibilità di aiutare anche le società sportive dilettantistiche e le palestre – così Ricci – per lo screening ai ragazzi che fanno attività».

Il monitoraggio si allarga anche alle scuole medie del territorio.Ecco il programma

 Il Comune di Pesaro annuncia le date del monitoraggio ai ragazzi, docenti, personale ATA degli istituti superiori e delle scuole medie.

Si parte giovedì prossimo: la mattina sarà riservata agli istituti superiori, i pomeriggi del 4 e 11 marzo alle scuole medie.

giovedì 4 marzo: dalle 8.30 alle 13.30 al Campus (per gli studenti del Marconi e Benelli), Cecchi (per gli studenti del Cecchi), Mengaroni (per gli studenti del Mengaroni e Nuova Scuola)

dalle 14 alle 18.30 al Campus per gli studenti delle medie

venerdì 5 marzo: dalle 8.30 alle 13.30 al Campus (per gli studenti del Bramante, Mamiani, Benelli), al Santa Marta (per gli studenti del Santa Marta), al Mengaroni (per gli studenti del Mamiani)

giovedì 11 marzo: dalle 8.30 alle 13.30 al Campus (per gli studenti del Marconi e Benelli), al Cecchi (per gli studenti del Cecchi), al Mengaroni (per gli studenti del Mengaroni e Nuova Scuola)

dalle 14 alle 18.30 al Campus per gli studenti delle medie

venerdì 12 marzo: dalle 8.30 alle 13.30 al Campus (per gli studenti del Bramante, Mamiani, Benelli), al Santa Marta (per gli studenti del Santa Marta), al Mengaroni (per gli studenti del Mamiani)

Al fianco dell’Amministrazione comunale, come per il precedente screening agli studenti, ci saranno AIL Pesaro (che si occuperò della trasmissione dei dati all’Asur) Croce Rossa, Protezione Civile, Dirigenti Scolastici, Aspes.

Le scuole medie coinvolte sono, la Dante Alighieri, Galileo Galilei, Don Gaudiano, Leopardi, Pirandello, Manzoni, Tonelli, Nuova Scuola, Olivieri. «Istituti che avevano chiesto all’Amministrazione di essere coinvolti in questa operazione di screening», sottolineano gli assessori. Potrà sottoporsi al tampone anche l’accompagnatore (familiare maggiorenne) dell’alunno e personale docente e Ata».

Croce Rossa cerca personale. Per le date del 4-5 e 11-12 marzo, Croce Rossa Italiana – Comitato di Pesaro, sta reclutando personale medico e infermieristico, per lavorare durante attività di screening. Per candidarsi: www.cripesaro.org/lavora-con-noi/

La collaborazione con il dipartimento di Scienze Biomolecolare l’Università di Urbino. Durante lo screening verranno distribuiti dei questionari agli studenti che si sottoporranno al tampone. Una ricerca utile per avere un’idea sulle possibili variabili o rischi che avrebbero potuto portare ad un’infezione. Si tratta di un questionario anonimo, un’iniziativa importante per capire anche il tasso di incidenza di Covid-19 nei ragazzi e il loro ruolo.

I numeri del primo screening. Durante le prime quattro giornate di screening di inizi febbraio erano state tamponate 5104 persone negli istituti superiori (4568 studenti, 536 docenti e personale ATA). Di questi 16 sono risultati positivi (12 studenti, 4 tra docenti e personale ATA). Al monitoraggio delle superiori, si era aggiunto anche quello delle scuole d’infanzia e nidi, che ha visto sottoporsi a tampone 115 persone, di cui 0 risultati positivi.

Nella prossima settimana verranno effettuati i sopralluoghi.