Pesaro Città Creativa Unesco della Musica ricorda Andrea Guagneli

27

Ieri mattina  la cerimonia durante la quale gli amici hanno firmato il ritratto in gesso poi esposto nel portale di palazzo Mazzolari Mosca

PESARO – La musica di Guagno suona ancora per le vie di Pesaro che ieri lo hanno commemorato accogliendo le sue note e tutti coloro che lo hanno conosciuto. Pesaro, Città Creativa Unesco della Musica, ha scelto di ricordare Andrea Guagneli, musicista scomparso l’anno scorso a 33 anni, nel giorno del suo compleanno, con una cerimonia che si è svolta dalle 9 alle 11 nella corte di palazzo Mazzolari Mosca. È qui che gli amici hanno potuto firmare il ritratto di Andrea, realizzato con gesso su tavola da Rossella De Stefani, poi issato nel portale dell’edificio di via Rossini (dove rimarrà per alcune settimane per poi passare nelle sale del circolo Mengaroni, alla sua riapertura).

«Un’anima forte di Pesaro Città della Musica – ha detto Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza – che ha dato tanto a chi l’ha conosciuto e a chi ha potuto godere della sua arte. La città è vicina alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che l’hanno vissuto ed è pronta a onorarne il ricordo. Quello di oggi è un piccolo ringraziamento per la grande eredità ricevuta».

Tra cui il contributo alla Città della Musica di Oceano Adriatico, il progetto che ha riunito 43 band pesaresi che rappresentano gli ultimi 20 anni di un fermento vivo e creativo che da sempre ha abitato Pesaro.

Le canzoni più amate e quelle suonate da Guagno – una playlist selezionata dal Black Marmalade Records, con molti brani tratti dalla sua inestimabile collezione di vinili – sono poi corse, in filodiffusione, per le vie del centro storico.

L’iniziativa è stata promossa dall’Assessorato alla Bellezza del Comune in collaborazione con il Circolo Mengaroni e Black Marmalade Records.

Andrea ‘Guagno’ Guagneli è stato batterista dei Brothers in Law – una delle band che più ha rappresentato Pesaro nel mondo arrivando a suonare in Texas -, dj noto e apprezzatissimo nei locali pesaresi e non solo, e appassionato organizzatore di concerti.