Pesaro, presentato il progetto “Riabbracciamo lo sport”

14

PESARO – Il Comune di Pesaro a sostegno della ripartenza sportiva. Ieri mattina, nell’Anfiteatro del Parco Miralfiore  è stato presentato “Riabbracciamo lo sport”, un progetto nato in un momento in cui tutta la comunità si prepara a dare inizio ad una nuova vita.

Sport: linee di ripartenza.

L’emergenza sanitaria che ha investito il nostro Paese negli ultimi mesi sta avendo delle ovvie ripercussioni anche sul mondo dello sport a tutti i livelli, generando nuove e inaspettate situazioni che porteranno a misurarci con un quadro di riferimento estremamente complesso.

Partendo, infatti, dalle società sportive di base e da tutti gli attori che ruotano intorno ad esse e arrivando, di conseguenza, a tutto il sistema sportivo territoriale e nazionale, appare ovvio che l’impatto, a livello economico, sanitario e promozionale non è facilmente prevedibile e potrebbe generare effetti negativi sullo sviluppo dello sport come attuatore di politiche sociali, rendendo necessario ripensare a nuovi modelli di offerta sportiva, in un contesto peraltro in continua evoluzione.

Come noto, solo i più recenti interventi normativi, nella specie il DPCM del 26 aprile 2020 e il Decreto del Presidente della Giunta Regione Marche del 6 maggio, hanno consentito una graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto comunque di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da COVID-19.

Nella consapevolezza che l’attesa di una maggiore definizione del contesto di riferimento comporterebbe una risposta inevitabilmente tardiva alle esigenze emergenti, ma soprattutto in considerazione della valenza strategica del settore, l’amministrazione comunale intende sviluppare una progettualità che, ad esito della analisi di contesto dei possibili scenari, contenga le indicazioni necessarie a supportare lo sport di base e la pratica motorio-sportiva individuale e collettiva.

L’obiettivo è, nella sostanza, quello di creare un “Sistema Pesaro” per la ripartenza dello sport, partendo dalla definizione di un documento, una vera e propria “road map” che, analizzando i possibili scenari, dia vita a strategie e metodi innovativi con lo scopo di dare forza e nuove fondamenta al mondo sportivo territoriale.

I cambiamenti in atto possono e devono dunque diventare la spinta per ripensare un nuovo modello di società sportiva, che possa diventare partner dell’amministrazione per l’attivazione di nuove politiche sportive/sociali; non solo interventi finalizzati a riduzioni di tariffe, ma un supporto anche di prospettiva.

Gli ambiti di intervento che confluiranno nel documento contente le Azioni per la ripartenza, sono stati cosi individuati:

1. IMPIANTISTICA SPORTIVA
Gli impianti sportivi, che siano gestiti direttamente dall’amministrazione o da concessionari, rappresenteranno una delle sfide del futuro Post Covid. Le attività da definire verteranno sulla:
sanificazione e messa a norma degli impianti
revisione dei protocolli sulla sicurezza del lavoro e sul trattamento dati
formazione dei responsabili delle società sportive sugli accorgimenti sanitari e tecnici finalizzati alla mitigazione del rischio

2. ASSISTENZA GENERALE
In un territorio composto da società sportive, dirigenti, tecnici, atleti e famiglie, un forte bisogno a cui l’Amministrazione Pubblica dovrà rispondere è dato da un’assistenza generale per operare insieme al superamento della crisi, ma soprattutto alla ripartenza dello sport e
della pratica individuale con un nuovo modello di offerta sportiva. In questa fase l’attività verterà su:
assistenza di tipo normativo e fiscale per comprendere al meglio i passaggi burocratici che si pongono sul percorso della ripartenza;
Informazione, assistenza e formazione nell’individuare percorsi e bandi che possano aiutare il sistema sportivo territoriale a ripartire con forza in piena sicurezza
creazione di una piattaforma unica di comunicazione servizi e iniziative utili per il player sportivo;

Per la concretizzazione dei punti sopra enucleati, l’Amministrazione intende avvalersi di esperti, che nei rispettivi ambiti di competenza possano mettere a disposizione le loro professionalità a supporto del progetto.

Il complesso delle misure così elaborate, una volta confluite in un documento unitario, sarà presentato nel corso di incontro pubblico alla presenza dei rappresentanti delle società sportive.

E’ di tutta evidenza che l’attuazione di quanto prospettato richiederà una forte consapevolezza da parte degli attori coinvolti per sostenere il nuovo ruolo, con la finalità di arrivare celermente ad una nuova visione, composta da obiettivi, strategie e percorsi, che sia messa immediatamente a disposizione dello sport, per non vanificare quanto realizzato in questi anni e per incentivare il processo di crescita dello sport nel sistema delle politiche sociali territoriali.