Pesaro, il Comune dona 53 Pacchi scaldacuore alle associazioni della città

13

Consegnati i doni a Caritas, Città della Gioia e Bracciaperte  da 60 biker della città.L’iniziativa promossa dal presidente del Consiglio comunale Perugini: «Un gesto necessario in questo Natale, in cui è difficile incontrarsi e scambiarsi gesti d’affetto»

PESARO – Romba la solidarietà nel Comune di Pesaro che oggi, sabato 19 dicembre, ha spedito tramite una slitta motorizzata i 60 pacchi “scaldacuore” che Caritas Pesaro, associazione Bracciaperte e “Città della Gioia” consegneranno alle persone in difficoltà.

Questa mattina i 60 biker dell’associazione Wolfriders di Pesaro hanno sfilato per le vie del centro storico fino a giungere in piazza in Popolo vestiti a festa per scortare la consegna dei doni. Ad attenderli, una delegazione del Consiglio comunale, della giunta e Marco Perugini, presidente del Consiglio comunale che, la scorsa settimana, ha suggerito l’iniziativa: «Pesaro non lascia indietro nessuno: è bastato un whatsapp per raccogliere un’adesione entusiasta. Abbiamo raccolto 53 pacchi composti con creatività e attenzione, e destinati a uomini, donne e bambini in difficoltà. Un gesto che in questo Natale in cui è difficile incontrarsi e scambiare gesti fisici d’affetto assume ancor più valore».

Impatto virale anche nel Municipio, dunque, per l’iniziativa dei “pacchi scaldacuore” nata nei social che prevede di riempire una scatola per scarpe con un indumento caldo, un passatempo, un oggetto per la cura del corpo, un alimento “goloso” e un biglietto gentile, impacchettarla e donarla ai centri di raccolta della città.

I doni saranno così distribuiti: 26 alla Caritas; 12 a Bracciaperte, 15 a Città della Gioia.